Digestivo alle erbe aromatiche dei monaci

Digestivo alle erbe aromatiche dei monaci

Digestivo alle erbe aromatiche dei monaci. Buona domenica cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, siamo quasi alle porte dell’estate e nei prati ogni sorta di erbe aromatiche sono in piena fioritura, quindi è il tempo giusto per raccoglierle e farne dei buoni digestivi, come quello che presentiamo oggi, fatto dalle mani di monaci liguri, un digestivo che a fine pasto diluito in poca acqua ci aiuta a mandar giù magari un pasto o cena abbondante; poi, perché no? Un’ idea regalo per Natale confezionato con le vostre mani sarebbe un regalo graditissimo.

LEGGI ANCHE >>>> Sformato di riso Venere

Ingredienti:

  • 500 ml di alcol puro
  • 200 grammi di zucchero
  • 20 grammi di timo
  • 10 grammi di menta
  • 10 grammi di melissa
  • 300 ml di acqua minerale naturale
  • 200 grammi di fiori di camomilla
  • 20 grammi di maggiorana
  • 10 grammi di rosmarino

LEGGI ANCHE >>>> The Smile – Waving A White Flag, testo e video

Preparazione:

  1. Spezzettare con le mani tutte le erbe aromatiche e cioè: timo, menta, melissa, fiori di camomilla, maggiorana e timo
  2. Versare in un vaso di vetro a chiusura ermetica alcol e acqua.
  3. Unire alla soluzione alcolica le erbe aromatiche spezzettate, chiudere il vaso ermeticamente e lasciare a riposo per 7 giorni, ricordandosi di scuotere ogni tanto il recipiente.
  4. Finito il tempo filtrare la macerata, dopo di che versarla di nuovo nel vaso insieme allo zucchero e shakerare fino a che non si sia sciolto lo zucchero.
  5. È un ottimo liquore, se utilizzato come digestivo per i dopo pasti basta mezzo cucchiaino diluito in un dl di acqua.

LEGGI ANCHE >>>> Crema pasticcera alle fragole

Ovviamente se non avete voglia di raccogliere le erbe aromatiche basta recarsi in una erboristeria molto ben fornita e acquistarle e dopo di che preparare il vostro liquore alle erbe aromatiche dei monaci liguri, intanto potete fare un pensierino per Natale e regalarne alcune bottiglie magari artistiche a parenti e amici.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella

Foto di pictavio da Pixabay