Cosciotto di agnello gratinato al forno

Cosciotto di agnello gratinato al forno

Cosciotto di agnello gratinato al forno. Buon pomeriggio domenicale cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, tra una settimana ci sarà la Pasqua e nella tradizione italiana come pasto pasquale il protagonista principe è l’agnello, un secondo importante per una ricorrenza importante, ci sono molti modi per cuore le varie parti dell’agnello, vi presentiamo una ricetta con l’utilizzo del cosciotto.

LEGGI ANCHE >>>>Caro energia, la Colussi manda 300 operai in cassa integrazione

Ingredienti per 6 porzioni:

  • 1 cosciotto di agnello di circa 1,5 Kg.
  • 1 rametto di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • olio evo q.b
  • sale grosso
  • pecorino grattugiato q.b.
  • pangrattato q.b.
  • 500 grammi di patatine novelle

LEGGI ANCHE >>>>Hey Hey Rise Up , i Pink Floyd tornano insieme per l’ Ucraina con il feat di Andriy Khlyvnyuk, Testo, Traduzione, video

Preparazione:

  1. Spargere sul fondo di una teglia da forno 1 cucchiaio raso di sale grosso, su questo disporre la salvia, il rosmarino, l’aglio vestito (cioè non spellato), infine il cosciotto unto di olio evo.
  2. Mettere in forno preriscaldato a 170°C e far cuocere per circa 2 ore.
  3. Voltare la carne una sola volta a metà tempo.
  4. 10 minuti prima del termine della cottura cospargere il cosciotto con 2 ccchiaiate di pecorino grattugiato  e due cucchiate di pangrattato mescolte insieme.
  5. Quindi gratinare in forno e terminare la cottura.
  6. Per un contorno consono, a metà cottura potete mettere le patatine novelle, strofinate con un canovaccio ruvido e lavate; smuovere di tanto in tanto le patatine con un cucchiaio di legno perché non si attacchino, regolarle di sale e pepe.

LEGGI ANCHE >>>>Dalla Sardegna il cosciotto di maiale con patate

Per un secondo così importante anche il vino abbinato deve essere pari livello, il consiglioè: Matino Rosso, dal colore rosso rubino, profumo delicato e vinoso, sapore secco, giustamente tannico, armonico, temperatura di servizio 18-20°C;  questo vino è della zona di Matino e conuni confinanti in provincia di Lecce.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella

Foto di AURELIE LUYLIER, You’re Welcome! da Pixabay