Cipolline in agrodolce

Cipolline in agrodolce

Cipolline in agrodolce. Buongiorno e buon weekend a tutti voi cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, la proposta di oggi verte sulle cipolline, un ortaggio delizioso che si presta a molte ricette, può essere un contorno perfetto che si sposa con carne di maiale e di pollame, però se gustato freddo ouò essree utilizzato anche come antipasto.

LEGGI ANCHE >>>>> Perché questo odio? di Ariella Gibellato

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 500 grammi di cipolline
  • 3 gambi teneri di sedano
  • 4 carote medie
  • 150 grammi di pancetta tesa
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiai di capperi sottaceto
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 2 dl scarso di aceto
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • sale q.b.

LEGGI ANCHE >>>>> La Scozia, indipendenza e la voglia di un secondo referendum

Procedimento:

  1. Sbucciare le cipolline e lessarle per 5 minuti in acqua bollente salata con i gambi di sedano e le carote precedentemente ben lavate e spazzolate.
  2. Scolare e tenere da parte un poco di acqua di cottura.
  3. In una casseruola, possibilmente di terracotta, far rosolare la pancetta a dadini con l’olio evo, unire le cipolline, le carote pelate e i gambi di sedano tagliati a dadini.
  4. Far rosolare tutto insieme, bagnando con poca acqua di cottura delle verdure, mettere il coperchio e far cuocere a fiamma media per circa 20 minuti o finché le cipolline sono ben cotte ma non sfatte.
  5. Unire i capperi, l’uvetta ammollata precedentemente in acqua tiepida, l’aceto in cui è stato sciolto lo zucchero e far evaporare a fiamma vivace.
  6. Assaggiare per verificare il sale e l’equilibrio dell’agrodolce quindi eventualmente correggere.
  7. Si può sostituire la pancetta con fondo di prosciutto crudo tritato, cui è stata tolta la cotica.

LEGGI ANCHE >>>>> Ravioli cinesi al vapore

Questo delizioso contorno si abbina con un vino altrettanto delizioso, il Merlot dal colore rosso rubino di media intensità, dal profumo di buona vinosità, con evidente profumo erbaceo, soprattutto da giovane e dal sapore asciutto, di acidità e tannicità.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella

Foto di Valter Cirillo da Pixabay