Carbonara del Nord primo piatto di sussistenza del dopoguerra

Carbonara del Nord primo piatto di sussistenza del dopoguerra

La ricetta presentata oggi ha origine nel dopoguerra, una creazione degli americani che con bacon e uova, ingredienti che non mancavano di certo loro, e con i prodotti territoriali, hanno messo insieme un primo piatto di sussistenza nel dopoguerra per sfamare la popolazione, oggi diventato un piatto da chef per squisitezza e facilità di realizzazione, circa 25 minuti, e si sottolinea il basso costo, accessibile ad ogni portafoglio; illustriamo ingredienti e preparazione.

Ingredienti per 4 persone per la ricetta Carbonara del Nord:

  • 300 grammi di spaghetti
  • 100 grammidi guanciale o pancetta affumicata
  • 2 tuorli d’uovo
  • pepe nero,
  • un pizzico di sale
  • 80 grammi  di Grana Padano
  • 100 ml di panna fresca al 20% di grasso
  • un pizzico di zafferano

Preparazione:

Tagliare a listarelle il guanciale e rosolarlo a fuoco vivace in un’ampia padella sino a renderlo appena dorato e croccante.

Sbattere i tuorli con la panna, pepe nero, un pizzico di sale, una bustina di zafferano ed il Grana Padano.

Cuocere la pasta in abbondante acqua bollente e salata; scolarla rigorosamente al dente piuttosto umida.

Passarla in padella con il guanciale ed unire la crema; mescolare a fuoco dolce sino a far rapprendere il condimento evitando di strapazzare i tuorli.

Servire la pasta ben legata e cremosa.

A piacere spolverare con altro Grana Padano .

Vini consigliati: questo primo piatto si abbina con Vino Bianco di medio corpo, anche Frizzante, si accompagna bene anche con un vino Secco; alcuni esempi: Aprilia Sangiovese di Doc, Bianco Capena Abboccato Doc, Bianco Capena Secco Doc, Cerveteri Bianco Frizzante Doc,Bianco Capena Superiore Secco Doc,  Bianco Capena Superiore Abboccato Doc, Controguerra Bianco Doc, Soave Doc; per chi amasse il vino rosso deve essere abbinato un vino di medio corpo, anche frizzante e/o secco, in base ai propri gusti personali.

Fonte: Vinit-GranaPadano