Bavette filanti

Bavette filanti

Bavette filanti. Buona serata a voi  tutti cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, si sa il tempo è tiranno quindi a volte si rinuncia ad un buon piatto per la fretta nel cucinare, oggi presentiamo una ricetta che si realizza al volo e non per questo si rinuncia al gusto, anzi, le bavette filanti sono un primo piatto molto saporito e può anche essere considerato come piatot unico per gli in gredienti con il quale  è composto.

LEGGI ANCHE >>>>Oscar Wilde condannato per la sua omosessualità 5 aprile 1895

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 400 gerammi di bavette
  • 200 gframmi di filetti di acciughe fresche
  • 100 grammi di fontina
  • 3 tuorli
  • 20 grammi di burro
  • sale, pepe in grani q.b.

LEGGI ANCHE >>>> Sondaggio, i maggiori partiti in flessione tranne i Dem

Preparazione:

  1. Spezzettare i filetti di acciughe con i rebbi della forchetta, tagliare a pezzetti la fontina.
  2. Sbattere poi in una ciotola i tuorli e il formaggio, lasciare riposare il composto per qualche minuto.
  3. Nekl frattempo sciogliere il burro a fiamma bassissima in un tegamino, aggiungendovi i filetti di acciughe spezzettate, poi il misto di uova e formaggio, mescolando il tutto molto bene,
  4. Mettere sul fuoco la pentola per la cottura della pasta e, quando l’acqua inizia a bollire, calatele bavette.
  5. Cuocerle rigorosamente al dente, scolarle e riversarle nel tegane della salsa.
  6. Lasciare sul fuoco qualche momento, rigirando con un cucchiaio di legno e, dopo aver cosparso di pepe macinato al momento, portare in tavola.

LEGGI ANCHE >>>> Barchette di zucchine alla romagnola

Questo primo/unico piatto dovrebbe essere accompagnato da un buon spumante rosato quale è il AltoLanga Rosato dal colore: rosato più o meno intenso. Odore: fragrante, complesso, caratteristico della rifermentazione in bottiglia. Sapore: sapido, fine ed armonico. Spuma: fine e persistente, un ottimo abbinamento che non influisce sui vari sapori degli ingredienti, anzi vengono esaltati.

Buonanotte dalla vostra Nonna Ariella

Foto di Giulio Perricone da Pixabay