Spaghetti alla puttanesca

Spaghetti alla puttanesca uno tra i primi piatti tipici della tradizione italiana. Come ogni piatto tipico, ha numerose rivisitazioni, le quali comprendono aggiunte di tipi di pesce o verdure. Il “piatto base” è comunque già ben saporito di suo, infatti olive, capperi e acciughe donano un sapore piuttosto sapido che stuzzica l’appetito. La preparazione degli spaghetti alla puttanesca è piuttosto rapida, infatti si presta perfettamente come primo piatto estivo, proprio quando i primi pomodori ciliegino fanno la loro comparsa sulle piante, anche se ormai è possibile reperirli tutto l’anno grazie a chi li coltiva nelle serre. Se avete voglia di preparare la pasta alla puttanesca in casa, leggete di seguito la ricetta e preparatela con me!

Spaghetti alla puttanesca
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 porzioni
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gSpaghetti N°5
  • 6acciuga sott’olio
  • 2 spicchiAglio
  • 30 golive nere
  • 1 cucchiaiocapperi sotto sale
  • 5pomodorini ciliegino
  • 20 mlolio extravergine d’oliva
  • 5 gsale
  • q.b.prezzemolo

Preparazione

  1. Per preparare gli spaghetti alla puttanesca, prendete per prima cosa la pentola dove cuocete la pasta, riempitela di acqua e mettetela a scaldate sul fuoco.

  2. Nel frattempo, in un tegame, versate un abbondante giro d’olio, e mettete a rosolare i due spicchi d’aglio tagliato a fettine. Quando comincerà ad imbiondire, aggiungete le olive, i capperi dissalati sotto acqua corrente e le acciughe.

  3. Quando l’acqua comincerà a bollire, salatela a piacere e versate la pasta.

    Nel tegame, aggiungete i pomodorini ciliegino tagliati a metà, mescolate il tutto e lasciate restringere il sugo alla puttanesca per tutto il tempo di cottura degli spaghetti.

    Una volta che gli spaghetti saranno cotti, scolateli e tuffateli direttamente all’interno del tegame dove avete preparato il sugo alla puttanesca, aggiungendo un po’ di acqua di cottura, se necessario, e saltate il tutto per amalgamare al meglio i sapori.

  4. Servite nei piatti di ogni commensale ben calda, e per terminare, spolverizzate con un trito di prezzemolo fresco.

    CONSERVAZIONE: Consiglio di consumare nell’immediato gli spaghetti alla puttanesca. Altrimenti conservateli per un massimo di due giorni in frigo, chiusi in un contenitore ermetico per alimenti.

    CONSIGLI: Se non avete i capperi salati potete usare tranquillamente quelli sotto aceto.

    Se non amate le acciughe, volendo potete ometterle.

    Prediligete olive nere grosse tipo Gaeta, ma in assenza potete usare olive nere classiche o anche taggiasche.

    Se non avete pomodorini ciliegino potete usare i pachino o i piccadilly.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.