Crea sito

Pasta piselli e pancetta

Pasta piselli e pancetta, un primo piatto velocissimo e semplicissimo con pochi ingredienti, ma super gustoso. Il condimento si prepara nel tempo in cui la pasta bolle in pentola, di conseguenza rende la preparazione velocissima e perfetta per l’ultimo minuto.
Sono sempre alla ricerca di nuovi condimenti per i primi piatti, e spesso e volentieri, per questi prendo spunto dalla mia amica Chiara, amante della pasta in ogni sua versione!
Se avete dei piselli surgelati da dover smaltire, questa è davvero un’ottima idea!

Pasta piselli e pancetta
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura12 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 360 gPasta
  • 100 gPancetta affumicata
  • 100 gPiselli surgelati
  • 30 gGrana Padano DOP
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Per preparare la pasta piselli e pancetta dovete per prima cosa mettere a bollire l’acqua in una pentola piuttosto capiente.

  2. In una padella, versate i piselli, ancora congelati, e accendete la fiamma bassa.

    Lasciate scaldare due minuti, girando di tanto in tanto senza aggiungere olio.

    Quando la padella sarà ben calda, unite la pancetta affumicata, che comincerà subito a sfrigolare e a rilasciare il suo grasso.

  3. Cuocete per alcuni minuti fintanto che i piselli si saranno scongelati e ammorbiditi, quindi spegnete la fiamma e attendete che la pasta sia cotta.

  4. Quando l’acqua nella pentola comincia a bollire, salatela a piacere, e tuffate la vostra pasta. Vi consiglio una pasta corta, come penne o farfalle.

    Terminato il tempo di cottura segnato sulla confezione della pasta che avete scelto, scolatela e versatela direttamente in padella con i piselli e la pancetta affumicata.

  5. Saltate qualche secondo a fiamma viva, quindi spegnete e aggiungete il grana padano grattugiato. Mescolate per amalgamare e servite ben calda.

    Il grana, col calore della pasta si scioglierà e formerà una cremina super golosa!

CONSERVAZIONE

  1. Consiglio di preparare e consumare nell’immediato la pasta, se dovesse avanzare, potete conservarla in frigo, chiusa in un contenitore ermetico per alimenti, fino ad un massimo di 2 giorni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.