Arrosto di pollo farcito e cotto in tegame

Pollo sì, ma nell’arrosto. L’ho comprato una volta pronto dal macellaio e non mi è dispiaciuto, così la volta successiva ho provato a farlo da me ed il risultato è niente male. La cosa più difficoltosa è trovare qualcuno che vi disossi il pollo, di modo da poterlo aprire ed imbottire. In caso abbiate difficoltà potete fare la stessa cosa con dei petti di pollo, avendo cura di sovrapporli per bene in modo che il ripieno non esca.

 

Arrosto di pollo

Ingredienti:

  • un pollo disossato (oppure tre/quattro fette di petto di pollo)
  • 150 gr di carne di maiale macinato
  • un paio di carote
  • una costa di sedano
  • una cipolla
  • un rametto di rosmarino
  • mezzo bicchiere di vino
  • olio extravergine d’oliva

Tempo di preparazione 15 minuti + 30/35 per la cottura

Procedimento:

Prendete il pollo disossato ed apritelo sul piano di lavoro. Utilizzate il macinato e distribuitelo su tutta la superficie tranne ai bordi. Arrotolate il pollo su stesso cercando di tenerlo più stretto possibile. Con l’aiuto del filo da cucina create due nodi alle due estremità per chiudere subito i bordi. Poi procedete legando tutto l’arrosto con nodi a distanza di un paio di dita dal precedente.

Inserite il rametto di rosmarino tra i nodi del filo. Conditelo esternamente con poco sale e, se vi piace, il pepe.

Lavate e pelate le carote e tagliatele a rondelle. Eliminate i filamenti dalla costa di sedano e tagliatelo a dadini. Sbucciate e tagliate la cipolla. Mettete un filo di olio su una padella con il fondo antiaderente e iniziate a rosolare gli odori. Poi mettete l’arrosto e fatelo rosolare per cinque minuti. Appena la carne sarà cicatrizzata versate il vino, fate evaporare e coprite con il coperchio proseguendo la cottura a fuoco lento per almeno 25 minuti. Per verificare che sia pronto provate a bucare con una forchetta nel punto più alto dell’arrosto. Se esce sangue ha bisogno di ancora qualche minuto di cottura. In caso contrario spegnete e lasciate stiepidire prima di tagliare: affettando l’arrosto quando è ancora caldo, infatti, correreste il rischio di sbriciolare troppo la carne.

Prima di servire mettete le fettine di arrosto nel tegame e scaldate. Buon appetito!

Se vi piacciono gli arrosto potete anche leggere il post su Arrosto di vitella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.