Pizza Margherita – Impasto pizza di base

Questa sera a casa Pizza Margherita! Per cui abbiamo deciso di inserire anche la nostra ricetta per prepararla. Ognuno ha la sua variante, ma dobbiamo dire che la nostra riscuote successi e consensi da parte degli amici!

Questa base, inoltre, può essere guarnita a piacere, a seconda dei vostri gusti. A nostro avviso, però, la Margherita rimane la regina delle pizze. Noi siamo fortunati e possiamo utilizzare il forno a legna, che da un altro sapore, ma la ricetta è tarata per il normale forno del gas!!!! Eccola…

pizza margherita

INGREDIENTI per 6 persone

per l’impasto: 1kg farina – 7 g lievito di birra fresco – 2 cucchiai di olio d’oliva – 6 g sale – 650 g acqua tiepida

per il condimento: 900 g di passata di pomodoro – 1 cucchiaio di origano circa o qualche foglia di basilico – sale – 2/3 cucchiai di olio d’oliva – 3 mozzarelle (circa 400g) – q.b. semola rimacinata

PREPARAZIONE

  • Impastare tutti gli ingredienti, sciogliendo il lievito di birra nell’acqua, e lasciare lievitare per 3 ore il composto, coperto da un canovaccio e posto nel forno spento con la sola luce accesa. L’impasto deve essere consistente ma morbido.
  • Trascorsa la prima lievitazione, re-impastare e lasciare di nuovo riposare per altre 2 ore, sempre in forno spento.
  • A questo punto, dividere in due palline la pasta (o in 4 se volete una pizza simile alla pala o in 6 se volete delle pizze rotonde), adagiare su una teglia spolverata con la semola rimacinata, e ricoprire l’impasto con altra semola. Lasciar lievitare nuovamente per un’oretta, come minimo.

Pizza margherita

  • Porre, poi, una palla sulla spianatoia, leggermente infarinata con la semola, e, aiutandosi con un mattarello, stenderla in una sfoglia dello spessore di circa 1/2 cm circa.
  • Adagiare la sfoglia in una placca da forno unta con dell’olio d’oliva, ricoprirla con la passata di pomodoro e cuocere in forno al massimo  per 5 minuti.
  • Nel frattempo sgocciolare la mozzarella e ridurla a fettine. Sfornare la pizza e distribuirvi in modo uniforme la mozzarella. Insaporire con origano o basilico, un pizzico di sale e 1 cucchiaio d’olio, quindi proseguire la cottura sino a quando la mozzarella non sia ben sciolta e la pizza non risulti dorata. Sfornare e servire. Lo stesso procedimento deve essere osservato per la seconda pallina (se ne avete fatte 4 o 6, potete cuocerne 2 alla volta su una teglia, distanziandole leggermente).

VINO CONSIGLIATO: Riesi Rosato (Sicilia)

e questa volta anche BIRRA CONSIGLIATA: Berliner weisse

TRUCCHETTO DELLO CHEF: aggiungere all’impasto 2 chiare d’uovo per ottenere maggiore croccantezza!!!!!

PER ALTRE RICETTE DI PIATTI SFIZIOSI, PROSEGUITE LA NAVIGAZIONE, TORNANDO ALLA HOME DEL BLOG.

Se vi è piaciuta la Pizza Margherita, seguiteci anche sulla nostra pagina facebook!!! 🙂

10 Risposte a “Pizza Margherita – Impasto pizza di base”

  1. Dlizioso il sito ,ricetta molto interessante per me che adoro la pizzata ligure di recco ma non so mai da che parte cominciare!Grazie.Tinti

    1. Grazie per l’apprezzamento al blog :)!!!! Speriamo di esserti utili anche con le nostre future ricette!!!! A presto

  2. ciao,sono felice di avervi conosciuto,cosi ho scoperto il trucchetto delle chiare per la croccantezza della pizza non lo sapevo!!!io amo la pizza la faccio tutte le Domeniche e voglio provare ad inserire le chiare nell’impasto un saluto e complimenti per il blog

  3. anche noi la facciamo spesso ma è una faticaccia perché la lievitazione nostra è di minimo 36 ore con lievito madre e farine macinate a pietra .
    io lo sapevo il trucco delle chiare ma comunque la pizza è un mondo a parte.
    il cibo più amato e imitato ovunque
    difficilissimo da fare,a mio parere,perché influiscono un sacco di variabili……le farine,l’acqua,il lievito,il tempo,l’umidità,il calore,il forno di cottura e la consistenza
    insomma,si fa presto a dire pizza e….magari ti ritrovi con la pancia gonfia a tribolare tutta la notte!(succede anche quando andiamo in qualche pizzeria!)
    però,per una serata tra amici anche con poco preavviso la vostra versione,comunque mi sembra ottima!!….baci

    1. 5 O 6 ore di preavviso servono anche per questa versione. Questa ne mangiamo a teglie intere e non ci dà problemi. In certe pizzerie, come dici bene tu, spacciano pizze non lievitate per impasti a lunga lievitazione e si sta male. Grazie e a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *