Crea sito

Cappelletti in brodo tradizionali

I cappelletti in brodo sono un vero e proprio must delle feste nelle nostre zone e vengono soprattutto preparati per il pranzo di Natale.
Ogni famiglia eugubina, infatti, realizza i  cappelletti in casa, nelle serate che precedono questa lieta giornata, poi li congela e li cuoce al momento. Sarebbe, infatti, impossibili realizzarli il giorno di Natale, vista la numerosità dei commensali. Una tradizione, questa, che ci è molto cara e che gelosamente custodiamo e portiamo avanti. La ricetta che vi sveliamo è quella della nostra mamma, tramandata dalla nonna, e speriamo vi piaccia quanto piace a noi.
Seguiteci in cucina dunque, per realizzare questo primo piatto, buono e confortante, che è sempre un piacere gustare!

Cappelletti in brodo
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gcappone (un pezzo con l’osso)
  • 1carota (piccola)
  • 4pomodorini
  • 1scalogno
  • Mezza costasedano
  • 2.5 lacqua
  • 2 cucchiainisale
  • 1 cucchiainopepe nero in grani
  • q.b.parmigiano Reggiano DOP (grattugugiato)

Preparazione

  1. Per prima cosa occuparsi della carne di cappone. Eliminare la pelle ed il grasso, in questo modo si otterrà un brodo più leggero, senza impurità e senza la necessità di schiumarlo costantemente. Se non trovate il cappone, utilizzate il tacchino in alternativa.

  2. Predisporre le verdure, in secondo tempo. Sbucciarle, mondarle e lavarle sotto acqua corrente. Trasferirle in una casseruola alta, infine.

  3. Preparare il brodo. Unire il cappone nel tegame, irrorare con l’acqua fredda ed aggiungere il pepe in grani. Far sobbollire il tutto per un paio d’ore.

  4. Cuocere i cappelletti. Eliminare delicatamente la carne, le verdure ed il pepe in grani dal brodo, salarlo e tuffarvi la pasta ripiena, che potete preparare in casa con la ricetta che trovate qui.

  5. Servire i vostri cappelletti in brodo tradizionali caldissimi, non appena vengono a galla, e cosparsi con abbondante parmigiano reggiano.

Abbinamento Consigliato

Offida Pecorino (bianco, Marche)

PER ALTRI PIATTI TRADIZIONALI, PROSEGUITE LA NAVIGAZIONE, TORNANDO ALLA HOME DEL BLOG.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *