Crea sito

Pizza napoletana, l’impasto base per farla anche a casa

Print Friendly, PDF & Email

pizza-napoletanaLa pizza napoletana, quale segreto nasconde? Come fa ad essere così buona? Sono secoli che si indaga sulle modalità di realizzazione e sulle tecniche segrete per la riuscita di una pizza napoletana doc, degna di essere chiamata tale, anche per chi prova a farla in casa propria.

C’è chi attribuisce il sapore unico all’acqua, chi al pomodoro San Marzano, utilizzato per la salsa, chi alla mozzarella di bufala. La verità? L’unico segreto sta nella giusta lievitazione dell’impasto e nella cottura in un forno adeguato. Se avete un forno a legna nel vostro giardino, o terrazza, siete a cavallo! Se disponete di un forno domestico, non disperate! Questa ricetta per l’impasto base della pizza napoletana vi darà comunque grande soddisfazione e scatenerà la vostra fantasia culinaria.

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di lievitazione: 8 ore

Tempo di cottura: 15/20 minuti

INGREDIENTI

½  litro di acqua

23 gr di sale

1,5 gr di lievito

800 gr di farina per pizza

PREPARAZIONE IMPASTO BASE

Sciogliere a mano nell’acqua tiepida il sale ed il lievito a pezzetti. Procedere unendo un po’alla volta la farina, agitando sempre con le mani per evitare la formazione di grumi. Una volta ottenuto un composto omogeneo, lavorarlo bene con le mani, formando una palla molle ed elastica. Lasciare a lievitare in un luogo fresco per 8 ore.

 

Trascorso il tempo di riposo della pasta, staccare con le mani singole palline(meglio note come “pagnottelle o criscietielli” in dialetto napoletano)  di composto e stenderlo, aiutandosi con le mani, su una base spolverata di farina.

Con le dita va esercitata una pressione su entrambi i lati della pagnottella per riuscire a stenderla come si deve.

I pizzaioli napoletani, per ricavare il tradizionale disco di pizza, mettono una mano su metà pagnottella e con l’altra mano schiaffeggiano dal basso verso l’alto l’estremità di composto scoperto, fino ad ottenere un disco di 30 cm di diametro. Ora si può ricoprire con un filo di olio e condimento a piacere.

CON IL POMODORO

Preparare una salsina semplice con aglio,olio e una passata di pomodoro. Una volta pronta, versatela e stendetela sul disco di pizza con l’aiuto di una cucchiarella di legno, partendo sempre dal centro verso l’esterno. Ricoprite di parmigiano e mozzarella a pezzettini. Adagiate la pizza su una teglia a cerchio. Infornate per 15 minuti a 220°.

BIANCA CON LE PATATE

Pelate ed affettate sottilmente due patate ed una cipolla bianca. Fatele dorare leggermente in una padella con olio. Toglietele dal fuoco e rivestite la base della pizza, alternando lo strato di patate e cipolle. Spolverate di origano, sale e un filo di olio ed infornate per  15 minuti a 220°. Se preferite, potete aggiungere anche la mozzarella o un formaggio a piacere ridotto a pezzetti piccoli.

IMG_1198

N.B.  La pizza napoletana con tutte quelle bolle d’aria sul cornicione (la parte più esterna e croccante) si ottiene solo con un buon forno a legna professionale. Quella che si cucina nel proprio forno di casa è sicuramente ottima, ma non sarà mai uguale a quella di un forno da pizzeria.

LEGGI ANCHE

MELANZANE ALLA PIZZAIOLA

PISSALADIERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.