Crea sito

Maitake, il fungo danzante contro le malattie

Print Friendly, PDF & Email

Maitake è il suo nome giapponese e vuol dire fungo che danza, conosciuto per i suoi cappelli bruno-grigiastri, a forma di ventaglio. Secondo una leggenda orientale, questo fungo nascerebbe in quei tronchi d’albero di quercia e faggio, laddove un fulmine ha creato una fenditura. In America Settentrionale è chiamato anche “gallina di bosco” perché tendono a crescere in ceppi alla base di alberi, ricordando le piume di una gallina. Il Maitake è sempre stato considerato il re dei funghi e sembra che nel Medioevo i sovrani facessero a gara per assicurarselo, poiché considerato magico.

maitake-funghi

Maitake, il fungo dell’immunizzazione

Il fungo è meglio noto per le sue proprietà a favore del buon funzionamento del sistema immunitario, infatti, contribuisce a stimolare la produzione di globuli bianchi e di altri macrofagi che debellano l’insorgenza delle malattie. E’ ottimo per il fegato, combatte la stitichezza, ma non solo. Di recente, o meglio a partire dagli anni ’80, è stato scoperto in ambito medico che il Maitake, consumato tre volte alla settimana, abbia efficacia superiore a tutti gli altri funghi contro l’insorgenza del cancro alla prostata e al seno e nella cura dell’HIV.

Non tutti possono mangiare il Maitake

Inoltre, questo fungo, ricco di magnesio, potassio e vitamine del gruppo B, riesce ad abbassare la pressione arteriosa contrastando ipertensione, diabete e ottimizzando il metabolismo del glucosio. Tantissima efficacia racchiusa in un fungo medicinale tanto piccolo. E’ sicuramente un organismo collaboratore, nel senso che assunto insieme alla vitamina C raddoppia la sua potenza contro l’insorgere delle malattie. I soggetti allergici ai funghi non possono mangiare il Maitake, così come coloro che hanno avuto un trapianto.

Dal Maitake allo champignon, i funghi sono ricchi di benefici

I funghi hanno un valore nutritivo simile a quello delle verdure, questo perché contengono anch’essi acqua in abbondanza, ma sono più ricchi di proteine. Vanno scelti puliti, carnosi e di buona consistenza. Una volta acquistati, si possono conservare in una busta di carta non chiusa per non più di 5 giorni. Il Maitake si può acquistare in supermercati orientali, negozi di prodotti naturali e biologici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.