Crea sito

I finocchi, alleati detox dopo le feste

Print Friendly, PDF & Email

finocchiIl finocchio è una pianta erbacea famosa per le sue proprietà depurative, dal gusto fresco e dall’effetto dissetante, è un ottimo rimedio per tornare in forma dopo le “abbuffate pasquali”. Il finocchio contiene olio etereo, amido,ossalato di calcio ed altre sostanze utili alla digestione dei cibi. Questa pianta, da molti considerato un vero e proprio frutto, riesce a sostituire un piatto di pasta e si può mangiarlo crudo (così da mantenere intatte le sue proprietà) all’insalata o sul pane. Famosi sono i finocchi di Modica in Sicilia per il loro colore bianco crema e la freschezza.

I finocchi riducono la ritenzione idrica

Dopo mangiate senza sosta tra casatielli e pasqualine, i finocchi si confermano preziosi alleati contro i gonfiori addominali e dunque la temuta pancetta. Inoltre, consumare questa pianta non comporta aumento di peso in quanto è ipocalorica fornendo 9 kcal ogni 100 grammi.

I poteri magici del finocchio

Mangiare regolarmente finocchi aiuta a migliorare la vista, ma soprattutto a ripulire da grassi e tossine l’organismo. Perché? Semplice: i finocchi sono ricchi di fibre e di potassio, perciò se da un lato allontanano le tossine, drenando i liquidi in eccesso, dall’altro aumentano il senso di sazietà e ridonano energie al corpo. Per iniziare un percorso detox a base di finocchi è necessario bere due litri di acqua al giorno e consumare infusi e frullati a base di questa pianta per almeno quindici giorni. E dopo le feste tutti gli eccessi vanno via!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.