Crea sito

Come riconoscere il pesce fresco

Print Friendly, PDF & Email

Vi siete sempre chiesti come riconoscere il pesce fresco per evitare di farsi fregare e rischiare la salute? Spesso molti prodotti ittici sono spacciati per freschi, quando in realtà non lo sono: surgelati, scongelati e poi rivenduti sui banchi del mercato come se fosse stato appena pescato. Quante se ne sentono di notizie di cronaca a riguardo? Tantissime. Sequestri di pesce andato a male, scaduto da mesi e ricco di parassiti, che il più delle volte è stato consumato, provocando intossicazioni alimentari gravi.

Ecco il segreto per riconoscere il pesce fresco

Come riconoscere il pesce fresco

Ci sono una serie di elementi e caratteristiche, riconoscibili ad occhio nudo, che potranno darvi una grandissima mano a riguardo. Non preoccupatevi, ci siamo passate tutte, anche noi! All’ inizio non è semplice, ci vuole occhio, abitudine ed esperienza.  Per prima cosa, quando andate a comprare il pesce, che sia al mercato o nei centri commerciali, osservatene bene l’addome: deve essere privo di macchie, bello liscio senza rigonfiamenti e non troppo teso. Poi, guardate bene la pelle, fate caso se è lacerata (in questo caso abbandonatelo, perché non è fresco, ma è stato scongelato!) oppure bella tesa ed umida (se è così allora vi trovate di fronte ad un pesce appena pescato).

Poche mosse e saprai come riconoscere il pesce fresco

Gli occhi di pesce sono brillanti e non infossati? Bene. Altro punto a favore della freschezza. Altro elemento da testare con attenzione sono le branchie, che dovranno presentarsi rosee o rosse, umide e profumate di mare. Ed arriviamo infine all’ odore del pesce, o meglio la fragranza che esso acquisisce grazie alla presenza di alghe e acqua marina:  se puzza o ha un odore forte, allora è andato a male o vecchio di giorni. Il pesce fresco ha tutto un altro sapore da quello congelato. L’importante è avere sensi ben allenati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.