IMG_5484La torta di rose è un dolce adatto alla colazione e alla merenda: l’impasto è quello del pan brioche, e potete farcirlo con la confettura che preferite, oppure con la crema di nocciole o dulce de leche.

Una volta ottenuta la vostra torta di rose non servirà tagliarne delle fette, potrete staccare direttamente con le mani le roselline, ognuno la sua!

Le dosi che vado a darvi vi faranno ottenere circa 12 roselline, riempiendo una tortiera del diametro di 22 cm; se volete potete raddoppiare le dosi ottenendo così più porzioni. Considerate però che questo pan brioche rimane morbido e piacevole per 3, massimo 4 giorni.

Ecco gli ingredienti:

125 g di farina 00 + 125 g di farina manitoba

90 g di lievito madre (o mezza bustina di lievito di birra)

100 ml di latte

1 uovo

30 g di burro

60 g di zucchero

burro e latte per spennellare

Come sapete, io preparo gli impasti lievitati nel mio robot da cucina che ha la lama per impastare. Se ce l’avete, potete usare la planetaria o la mp, oppure usare le mani!

Sciogliete il più possibile il lievito madre nel latte leggermente intiepidito, versatelo nel recipiente del robot, unite metà della farina, il burro ammorbidito, l’uovo e lo zucchero e avviate per 10 secondi. Unite anche l’altra metà della farina e continuate ad impastare per altri 40 secondi.

Togliete l’impasto dal robot e lavoratelo brevemente con le mani cercando di incorporare aria (allargatelo e stringetelo, e così via); dopodichè fate le pieghe a 3 che trovate qui

Infarinate leggermente il fondo di una ciotola, riponetevi il vostro impasto, coprite con pellicola e lasciate lievitare in luogo asciutto fino a che non sarà più che raddoppiato (non meno di 5 ore).

Trascorso il tempo di lievitazione [1] ribaltate il vostro impasto sulla spianatoia, ripetete i primi 2 passaggi di pieghe a 3 (vedi foto nel link), tagliate delle piccole porzioni di impasto e allargatelo leggermente ottenendo un rettangolo sulla cui superficie stenderete un velo di confettura o della crema che avete scelto [2], per poi arrotolarlo su se stesso.

Procedete allo stesso modo fino ad esaurire l’impasto e mettete le vostre rose di impasto in una tortiera, distanziandole di 2-3 cm l’una dall’altra.[3] Lasciate lievitare per un’altra ora coprendo la tortiera con della pellicola.

Preriscaldate il forno a 180° per 35 minuti, controllando la cottura con uno stecchino.

Vi ricordo che gli impasti lievitati naturalmente non sono come i dolci che preparate con lievito chimico: se anche aprite lo sportello del forno durante la cottura non rischiate niente!!

Buon appetito!!

IMG_5483