IMG_5172 copiaL’origano è una pianta aromatica largamente usata in cucina sia per il suo sapore mediterraneo che per i suoi effetti benefici (digestivo, antisettico, analgesico).

Vediamo come essiccare l’origano, per mantenere il suo aroma e le sue proprietà: è un procedimento molto semplice, da fare nei mesi tra giugno e settembre.

Vi serviranno:

Forbici da potatura

Spago da cucina

Sacchetto di carta (quelli del pane)

Vasetti di vetro

Procedete recidendo i rametti di origano a pochi cm dalla base, sciacquateli per eliminare eventuali residui di terra, togliete eventuali foglioline macchiate e asciugate bene dal residuo d’acqua.

Legate il mazzetto con dello spago, facendo attenzione che i rametti siano tutti posizionati nello stesso verso. A questo punto mettete il vostro mazzetto a testa in giù dentro ad un sacchetto di carta (cioè inseritelo in modo che le estremità recise stiano verso l’apertura del sacchetto) e chiudetelo bene con dell’altro spago.

Appendete il vostro sacchetto al sole per 10 giorni, avendo cura di ritirare il sacchetto in casa la sera e rimetterlo al sole la mattina.

Dopo l’essiccatura procedete a staccare le foglioline e a metterle in un barattolo di vetro con coperchio ermetico. Potete conservarle in dispensa e consumarle entro un anno.