Ogni volta che ci accingiamo a preparare una torta ci preoccupiamo di procurare tutti gli ingredienti e di seguire per bene la ricetta: una volta ottenuto l’impasto lo versiamo nella tortiera e ne seguiamo lo sviluppo attraverso il vetro dello sportello del forno… vediamo che cresce e ci sentiamo soddisfatte, e poi SBAM, da un momento all’altro la torta si affloscia o addirittura implode.

Che nervoso!! 

Ma da cosa dipende questo spiacevole inconveniente, e come possiamo fare per evitarlo?

  1. Gli ingredienti freschi devono essere aggiunti a temperatura ambiente: uova, yogurt, panna fresca, burro, latte devono essere prelevati dal frigo almeno 1 ora prima di iniziare la preparazione. Se avete fretta e vi siete dimenticati di tirarli fuori dal frigo in tempo potete stemperare leggermente latte e panna fresca al microonde oppure in un pentolino, il burro potete scioglierlo in micro o in forno. Le uova invece vanno eventualmente immerse (intere col guscio) per 15′ minuti in acqua tiepida.
  2. Ingredienti secchi setacciati e mescolati prima fra loro: setacciate sempre la farina con la fecola, amidi e cacao, il lievito in polvere e la vanillina, e aggiungeteli poi a cucchiaiate all’impasto, montato di uova e zucchero o burro e zucchero. La frutta va sempre asciugata e tamponata prima di essere aggiunta all’impasto.
  3. Occhio alla temperatura del forno: preriscaldatelo sempre! Io uso sempre la modalità statica (calore sopra e sotto dato da resistenze elettriche) a meno che nella ricetta non sia esplicitamente previsto l’utilizzo di quella ventilata (ad es. per le meringhe) Il forno, al momento di infilarvi il dolce, deve avere una temperatura un pò più alta di quella indicata dalla ricetta, perchè aprendolo il calore si abbassa, dato che vi entrano aria e cibo freddi. Solo dopo avervi introdotto il dolce, regolatelo come previsto dalla ricetta (ad esempio se nella ricetta sono previsti 180° voi preriscaldatelo a 200° e dopo aver infornato portatelo a 180°). Inoltre fate attenzione a non lasciare la placca del forno all’interno, sotto alla griglia dove cuoce la torta, è consentita solo per la modalità ventilato, per cotture a più piani, in quanto il forno è riscaldato da aria calda che circola in tutte le sue parti. Infine non aprite MAI lo sportello del forno, almeno per i primi 20′ di cottura della torta. Solo quasi a fine cottura, se notate che la torta si colora troppo in superficie, potete coprirla con un foglio di carta d’alluminio, senza estrarre lo stampo dal forno. Alla fine del tempo di cottura potete controllare infilando uno stecchino nel cuore del dolce: se esce caldo e asciutto la torta è cotta e potete estrarla, se invece esce umido o intriso di impasto allungate la cottura per almeno 10-15′.
  4. Sfornate il dolce subito dopo la cottura, a meno che la ricetta non preveda il raffreddamento in forno.