Crea sito

Pasta per pizza

La pasta per pizza è un impasto base molto semplice da preparare in casa. Si tratta di una ricetta che si prepara con pochi ingredienti, infatti la pasta per la pizza in casa richiede solo farina, acqua, olio, lievito e sale.

La pizza per eccellenza è ovviamente la pizza Napoletana, cotta rigorosamente solo in forno a legna e dopo una lunga lievitazione. In quel caso la ricetta è leggermente diversa, ma per la pizza fatta in casa questa ricetta è l’ideale.

Vi è poi chi preferisce usare il lievito in polvere o magari il lievito madre proprio come facevano le nostre nonne. Una volta pronto l’impasto poi potete andare di fantasia per il condimento o optare per la classica pizza Margherita o delle semplici pizzette. Sta di fatto che la pizza è un piatto che accontenta tutti, quindi mettiamoci con le mani in pasta e vediamo come preparare un’ottima pizza fatta in casa.

Pasta Per Pizza
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni3 pizze
  • CucinaItaliana

Ingredienti della pasta per pizza:

  • 500 gFarina 00
  • 500 gFarina Manitoba
  • 25 gLievito di birra fresco
  • 1 cucchiaiosale
  • 500 mlAcqua
  • 2 cucchiaiOlio di oliva

Preparazione della pasta per pizza:

Come preparare la base per la pizza

  1. Per iniziare la preparazione della base per pizza disponiamo la farina a fontana in una ciotola abbastanza capiente o su una spianatoia di legno.

    Nel frattempo sciogliamo il lievito di birra nell’acqua tiepida (la temperatura ideale è di 25° C), aiutandoci con le mani se serve. Iniziamo a versare un po’ per volta l’acqua sulla farina, impastando man mano.

  2. Aggiungiamo all’impasto il sale quando avremo versato circa metà dell’acqua, continuando ad impastare nel frattempo. Uniamo anche l’olio, sempre poco per volta. Una volta amalgamati tutti gli ingredienti continuiamo ad impastare energicamente la pasta per pizza, spostandoci su un piano di lavoro se possibile.

  3. Continuiamo a impastare con le mani finché non avremo ottenuto un panetto omogeneo che risulti morbido ed elastico al tatto. Quindi facciamo riposare una decina di minuti, coprendo il panetto con la ciotola.

  4. Dopo aver fatto riposare l’impasto, diamogli una forma rotonda e mettiamolo a lievitare in una ciotola, coprendo con la pellicola trasparente. Lasciamo lievitare all’incirca per 2-3 ore, mettendo la ciotola in un luogo caldo (di solito io ripongo la ciotola sotto delle coperte) oppure in forno spento ma con la luce accesa (così raggiungerà una temperatura di 26-28°).

  5. Quando la lievitazione sarà ultimata la base per pizza avrà un volume raddoppiato, quindi sarà pronta per essere stesa su una teglia e condita.

Suggerimenti:

L’impasto per la pizza può essere anche conservato per il giorno dopo, basta lasciarlo riposare coperto in frigo per 8-12 ore e poi cuocerlo una volta riportato a temperatura ambiente. Se invece vogliamo congelarlo l’ideale è dividerlo in panetti in anticipo e conservarlo nei sacchetti gelo.

Per le farine ho optato per una miscela tra manitoba e farina 00 in quanto creano il giusto valore proteico per la pizza. Ovviamente è possibile variare dosi e tipo di farina, ma eventualmente poi affronteremo il tema su quale farina usare per fare la pizza in un secondo momento. Per chi preferisse è infatti possibile preparare la pizza con la farina di kamut, la pizza con la farina integrale o la pizza senza glutine, come pure scegliere tra le diverse tipologie di farine presenti in commercio a seconda dei propri gusti.

Considerando infine la cottura, il consiglio è infornare solo quando il forno sarà ben caldo e ad una temperatura compresa tra i 200 e i 250 gradi.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.