Lievito di pasta madre, rinfresco

Le ricette preparate utilizzando il lievito di pasta madre, risultano leggere e fragranti, non provocano assolutamente senso di pesantezza e gonfiore.

Con entusiasmo vi parlo del lievito di pasta madre, di come rinfrescarlo o rinnovarlo, come dir si voglia. Con timore, preoccupazione e un pizzico di incredulità ho iniziato questa avventura…
Il lievito di pasta madre non l’ho creato io ma me l’han dato già avviato, una mia collega (Angela) che colgo l’occasione di ringraziare. Più facile da farsi che da dirsi, ho deciso di presentarvi il mio Ulisse: è così che ho chiamato il mio lievito di pasta madre!

Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia
Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia


Il lievito di pasta madre si rinfresca entro il quarto giorno dall’utilizzo, quindi non c’è da spaventarsi perché una volta lo si usa per la pizza, una volta lo si può utilizzare per preparare il pane. Naturalmente sono tantissimi gli utilizzi del lievito di pasta madre: focacce, rustici, crackers, croissant. torte (torte di rose, focaccia dolce alle fragole)…. Sicuramente ne proverò tante altre, non mi stuferò mai di preparare ricette utilizzando il lievito di pasta madre, talmente è la soddisfazione ottenuta che si resta coinvolti e invogliati ad utilizzarlo. Le ricette ottenute con il lievito di pasta madre sono più leggere, friabili e non provocano quel senso di gonfiore e pesantezza che si ha inevitabilmente utilizzando il lievito di birra. Come vi dicevo il lievito di pasta madre si può usare quando l’aspetto è bello gonfio e con la presenza di buchi, comunque va utilizzato entro il quarto giorno, mi spiego: se l’ultima volta l’avete usato il venerdi, lo rinfrescherete lunedì. Dopo aver prelevato la quantità necessaria per l’impasto da preparare, pesa il rimanente e
– aggiungi la metà del suo peso in farina Manitoba;
– aggiungi un quarto del suo peso in acqua fredda;
– impasta e metti in frigorifero in un vasetto di vetro senza guarnizione.

Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia
Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia

 

Il rapporto tra farina e acqua che aggiungete per il rinfresco, deve essere sempre la farina doppio dell’acqua: se avete poco lievito come rimanenza potete aggiungere lo stesso peso di farina (es. 60 g di lievito di pasta madre, aggiungo 60 g di farina Manitoba, 30 g di acqua fredda) ma metà dell’acqua.

Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia
Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia

Mentre per quanto riguarda la copertura del vasetto in vetro contenente il lievito potete utilizzare una stoffa con un elastico, pellicola trasparente forata con lo stuzzicadenti, oppure mettere il tappo del vaso senza avvitarlo, solo appoggiato (io faccio così). Se si dovesse formare uno strato secco (mettendo il tappo non succede) eliminatelo prima di fare il rinnovo.

Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia
Lievito di pasta madre, rinfresco | Cucina per caso con Amelia

Vuoi preparare il lievito madre? Clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.