Crea sito

GRAFFE (O CIAMBELLE) SENZA GLUTINE AL FORNO

Le graffe napoletane sono uno dei dolci più apprezzati della cucina nostrana, uno dei simboli dello street food napoletano, e di solito si preparano per la festa di Carnevale, anche se ogni occasione è buona per preparare questa prelibatezza.
Io oggi ho trasformato le classiche graffe napoletane in graffe (o ciambelle) senza glutine al forno.
Le graffe sono dei morbidi e deliziosi dolci, di solito fritti direttamente nell’olio e passati poi nello zucchero semolato, per essere gustate calde o tiepide.
Le graffe senza glutine al forno che ti propongo io sono dolci e soffici ciambelline di pasta lievitata ricoperte di zucchero, con una versione cotta al forno. Ottima alternativa per non rinunciare a queste ciambelle soffici, profumate, di una consistenza areata e morbidissima nonostante siano senza glutine e cotte al forno.
Ho utilizzato farina di quinoa per l’impasto senza glutine e non ho usato le patate, che invece sono usate nella ricetta tradizionale, e guarnito il tutto con zucchero a velo.
In questo modo rimangono morbide e spugnose, golose con un gusto delicato, tanto da essere promosse da tutta la famiglia, non ne hanno avanzata neanche una, mi tocca rifarle.
Dopo tutto siamo a carnevale e preparare queste graffe senza glutine al forno è l’ideale per festeggiare.

graffe o ciambelle senza glutine e senza latticini
  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 glatte di mandorla (o soia)
  • 300 gAcqua
  • 500 gFarina di quinoa
  • 30 gcuticola di psillio
  • 10 gLievito di birra fresco senza glutine
  • 50 gZucchero
  • 20 gOlio
  • 1Uova
  • 1aroma di mandorla

Preparazione

Con il bimby:

  1. Versa nel boccale il latte, l’acqua ed il lievito e frulla per 20 secondi a 37° velocità 4.

  2. Aggiungi lo zucchero, la cuticola, l’olio e l’uovo e frulla ancora per 20 secondi a velocità 4.

  3. Incorpora ora la farina e impasta per 1 minuto velocità spiga.

  4. Togli il composto dal boccale e mettilo a lievitare in una ciotola coperto con pellicola e canovaccio, ancora meglio se dentro il forno con lucina accesa, per 30 minuti.

Senza il bimby:

  1. In una ciotola versa il latte e l’acqua tiepidi e sbriciola il lievito di birra fresco.

  2. Aggiungi lo zucchero, la cuticola e mescola con una forchetta finché il lievito si scioglie completamente.

  3. Aggiungi l’olio, l’uovo e mescola ancora il composto.

  4. A questo punto inizia ad incorporare la farina poco per volta continuando a mescolare.

  5. Quando l’impasto è elastico ed omogeneo è pronto. Sistemalo in una ciotola infarinata, copri con la pellicola e con un panno e lascia lievitare per 30 minuti. Per favorire la lievitazione puoi metterlo in forno con la lucina accesa.

Prepara le graffe:

  1. Trascorso il tempo, riprendiamo l’impasto, lo allarghiamo leggermente con le mani sulla superficie infarinata, quindi con il mattarello stendiamo la sfoglia dello spessore di 1,5/2 cm circa.

  2. Ora diamo forma alle ciambelle. Ho usato un coppapasta da 8 cm, e il retro di una punta per pasticceria del diametro di 3 cm circa per fare il buco centrale. In alternativa puoi usare un bicchiere per dare forma alla ciambella e un tappo di plastica per fare il buco al centro.

  3. Sistema ognuna delle ciambelle sopra la carta forno sulla teglia.

  4. Impasta di nuovo quello che rimane dell’impasto e ricava altre ciambelle.

  5. Inforna a 200° in forno statico per 15 minuti.

  6. Al termine della cottura spennella le graffe con acqua, in questo modo resteranno morbide.

  7. Spolvera di zucchero a velo e servi tiepide.

Consiglio di Cinzia:

puoi sostituire la farina di quinoa con farina di grano saraceno o anche farina di legumi.

 

2,3 / 5
Grazie per aver votato!