Pere al parmigiano uno sfizioso antipasto moderno ma dagli abbinamenti antichi e saporiti facilissimo da preparare e da provare assolutamente! Amici buongustai bentornati nella mia cucina, un antico detto dice “non dire al contadino quanto è buono il formaggio con le pere”, mi sono sempre chiesta che volesse dire esattamente ma adesso, dopo che ho preparato questa ricetta, l’ho ben capito! Un piatto così semplice con abbinati ingredienti comuni crea un piatto straordinario, la sua semplicità nella preparazione poi lo rende ancora più invogliante da preparare. Queste pere al parmigiano sono davvero l’antipasto d’eccellenza per stupire i vostri ospiti con zero fatica, se non avete lo scavino da melone per creare le sfere non preoccupatevi, potete anche creare dei pratici cubetti con le pere, perderete solo un po’ di tempo in più per bagnarle nel succo di limone e per “impanarle” come si deve ma il risultato sarà comunque Wow

Ingredienti per 4:

  • 2 pere sode
  • parmigiano reggiano q.b.
  • succo di mezzo limone

Pere al parmigiano

PREPARAZIONE:
Prendete le pere quindi lavatele, asciugatele ed eliminate la buccia. Con uno scavino da melone ricavate delle pallina di pera, ponetele su carta assorbente da cucina. In un piatto versate il succo di mezzo limone e passateci le pere in modo da bagnarle uniformemente da tutti i lati. Prendete il parmigiano grattugiato e mettetelo in un piatto, fate sgocciolare leggermente le pere dal succo di limone e passatele nel parmigiano per “impanarle”.

Conservate le vostre pere al parmigiano in frigorifero avvolte da pellicola trasparente fino al momento di servire, servite le vostre pere al parmigiano accompagnate da degli stuzzicadenti così da facilitarne la resa.

Non dimenticate di venirmi a trovare anche su FACEBOOK nella fan page ufficiale del blog, cercate CUCINA CHE TI PASSA (oppure cliccate QUI) per non perdere nessuna ricetta e link divertente! SE cliccate sui tasti social in alto a destra vedrete anche i miei canali Instagram, Youtube, Twitter e Pinterest!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *