Crea sito

Erbazzone

ricetta erbazzone pasquetta (39)Erbazzone, preparato come piatto unico oppure come secondo questa torta salata è perfetta per la Vostra pasquetta o per un bel picnic! Ottima sia calda che fredda. Amici buongustai bentornati nella mia cucina, anche se in realtà facevo la latitante da un pò e la evitavo come la peste (cibo da asporto sia benedetto!) però shhh non puntualizziamo! Oggi c’è un nuovo appuntamento per la rubrica Idea Menù e vi prepareremo un menù adatto alla vostra pasquetta, quello per pasqua lo trovate QUI dove ho realizzato la Pecorella di marzapane ripiena di cioccolato, ed io ho per voi il secondo piatto/piatto unico! In realtà avevo pensato di preparare un piatto diverso ma poi, mentre dormivo, ho sognato che preparavo una torta salata con spinaci ed altre verdure quindi mi sono alzata di corsa e mi sono messa a sfogliare vari libri di cucina finchè non ho trovato una ricetta simile a quella che preparavo nel sogno e così ho trovato l’Erbazzone! Ora mi domando: ma sogni più normale non potrei farli? Non so sognare prati fioriti, un  bel ragazzuolo che me viene incontro correndo a torso nudo e scolpito, dei teneri cuccioli… no io sogno di cucinare! Bè almeno mi è uscito un bel piatto, sotto la ricetta i link delle altre portate!

Ingredienti per la pasta:

– 300 g di farina di grano duro

– acqua tiepida q.b.

– 50 g di margarina vegetale

Ingredienti per il ripieno:

– 500 g di spinaci

– 500 g di coste

– prezzemolo fresco

– 1 cipolla

– 2 spicchi d’aglio

– sale e pepe

– 20 di burro

– 100 g di pancetta

– parmigiano grattugiato q.b.

– olio evo

Erbazzone

PREPARAZIONE PER 4:

Per prima cosa preparate l’impasto per la pasta, in un contenitore mettere la farina insieme alla margarina ammorbidita e tagliata a cubetti. Aggiungete mezzo mestolo di acqua tiepida alla volta mentre lavorate la pasta con le mani, smettete di aggiungere acqua quando avrete un panetto morbido e compatto che non si attacchi alle dita. Se avete aggiunto troppa acqua ed il panetto di attacca alle dita lavorate l’impasto su un ripiano infarinato finchè la pasta non risulterà compatta. Fate riposare il vostro panetto e ricetta erbazzone pasquetta (2)preparate il ripieno.

Prendete gli spinaci e le coste, lavateli accuratamente ed eliminate i gambi. Lessate entrambi in poca acqua per 10 minuti, scolateli e strizzateli. Tritateli insieme. In una padela fate sciogliere il burro e fate soffriggere la pancetta, tenete da parte la pancetta e fate dorare la cipolla e gli spicchi d’aglio tritati finemente. Aggiungete il prezzemolo tritato, le verdure e di nuovo la pancetta e mescolate.

A fuoco spento salete e pepate ed aggiungetericetta erbazzone pasquetta (3) una buona dose di parmigiano. Prendete il vostro panetto di pasta, dividetelo in due e stendetelo con un matterello sopra un foglio di carta da forno, oliate per bene la teglia e stendetevi la pasta.

 

 

 

Versate il ripieno dentro la teglia con l’impasto e spolverizzate con abbondante parmigiano.

ricetta erbazzone pasquetta (4)Stendete l’altra metà del panetto ed adagiatelo sopra il ripieno, unite i bordi con le mani e passate abbondante olio sulla superficie dell’erbazzone.

ricetta erbazzone pasquetta (8)Infornate in forno già caldo a 180°C per 40 minuti (finchè la superficie non sarà dorata).

ricetta erbazzone pasquetta (9)25 Marzo – Menù di pasquetta

Aricetta erbazzone pasquetta (1)ntipasto: Linda biscottini salati al rosmarino http://unafamigliaaifornelli.blogspot.com/2015/03/biscottini-salati-al-rosmarino.html

16 Risposte a “Erbazzone”

  1. Troppo buono con gli spinaci!!!!! ma credo lo sarebbe stato anche con bietole..o cicoria.. Adorole torte rustiche con le verdure.. baciotti e buona giornata .-)

  2. Tania è bellissimo! Adoro l’erbazzone! La pasta sembra buonissima a vederla e sarà sicuramente divina al gusto, bella croccante! Il ripieno poi dev’essere fantastico con l’aggiunte della pancetta a dare sapidità! Bravissima!
    Agnese

  3. L’erbazzone è una di quelle preparazioni che mi hanno sempre affascinato, ma a cui non ho mai ceduto. Che sia la volta buona?
    Brava Tania (anche per avere dato tregua al cibo d’asporto, ahahahahahah).
    Un abbraccio.

  4. Per me le torte salate sono rigorosamente un piatto unico perché non posso fare a meno di mangiarne 2 o 3 fette… e devono essere, altrettanto rigorosamente, calde (ma per un pic-nic sulla spiaggia mi potrei anche sacrificare e mangiarla fredda…).
    Ha un aspetto davvero squisito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.