Crea sito

Baccalà fritto alla pugliese

baccalà alla pugliese ricetta (19)Un buon giovedì amici! Per oggi cambio regione, ho deciso di proporvi una ricetta pugliese che si prepara solitamente la notte della vigilia di Natale realizzata dalla mia compagna di avventure culinarie regionali da quasi 2 anni Milena del blog Breakfast da Donaflor! Per un cenone o un pranzo per le feste non penso ci sia niente di meglio che del pesce e se poi è facilissimo da realizzare e molto veloce come piatto non pensate sia meglio? Lo potete servire sia come antipasto che come contorno per un secondo sempre a base di pesce. Allora non trovate sia gustoso? Io ne sono rimasta piacevolmente colpita ma del resto se l’ha preparato Milena non poteva essere diversamente! Avevo anche le due foto della preparazione ma purtroppo le ho cancellate per errore quindi stavolta solo foto finale, ma non preoccupatevi perchè è così facile da fare che non vi serviranno!

Ingrdienti:

– Baccalà sotto sale

– Farina

– olio per friggere

Baccalà fritto alla pugliese

PREPARAZIONE:

Prendete il vostro baccalà sotto sale e mettetelo in ammollo in acqua fredda per almeno 2 giorni. Cambiate l’acqua due volte al giorno. Altimenti comprate del baccalà già ammollato. Lavatelo per l’ultima volta prima di iniziare la preparazione.

Fate attenzione ad eliminare tutte le lische presenti s eci saranno, eliminate la pelle se non vi piace altrimenti lasciatela. Io ho preferito eliminarla. Tagliate il baccallà a bocconcini, aciugateli.

Versate i pezzettini di baccalà in una busta di plastica per il congelatore con dentro della farina, agitate il sacchetto chiuso così che i pezzi s’infarinino per bene. Scaldate l’olio in una padella e friggete il baccalà alla pugliese finchè non sarà ben dorato.

baccalà alla pugliese ricetta (14)

 

 

 

4 Risposte a “Baccalà fritto alla pugliese”

  1. di questi bocconcini ne mangerei a volontà!
    a Natale di sicuro lo preparerò!
    grazie ancora carissima Tania
    un bacione

  2. Questo è il modo piu’ semplice per prepararlo ma prova ad usare invece della farina la semola rimacinata o meglio ancora la semola , ti verrà molto croccante fuori e morbidissimo all’interno. In Puglia usiamo anche preparare una sorta di baccalà pastellato e fritto, basta pasare il baccalà nella farina e poi nell’uovo sbattuto e subito fritto in olio caldissimo. Si puo’ anche preparare una pastella aromatizzata con erbe profumate. Ma una vera chicca sono le frittelline di baccalà sbriciolato che viene avvolto in una pastella di uova, latte, pepe,pecorino e prezzemolo e poi fritto in olio bollente. daleccarsi le dita!!!un caro abbraccio,Peppe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.