Strudel salato con cavolo viola

Lo strudel salato con cavolo viola è un piatto sfizioso, senza latticini. Composto da una sfoglia sottile di pasta brise’ all’olio, fatta a mano, ripiena con verdure di stagione, come porro e cavolo cappuccio viola sfumati al vino bianco. Per renderlo ancora più saporito, ho aggiunto la mia ricotta vegetale alle mandorle senza cottura, che preparo in modo molto semplice e veloce (trovate la ricetta al link in descrizione).

Strudel salato con cavolo viola
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti per la pasta brise’

Strudel salato con cavolo viola

200 g farina tipo 2
50 g olio extravergine d’oliva
55 g acqua (fredda)
3 g sale marino integrale (fino)

Ingredienti per la farcitura

600 g cavolo cappuccio (viola, mondato)
70 g porro (pulito)
200 g acqua (calda)
30 g vino bianco
4 g sale marino integrale (fino)
3 cucchiai olio extravergine d’oliva
25 g pane grattugiato
5 g lievito alimentare
150 g ricotta (di mandorle )

Strumenti

Strudel salato con cavolo viola

2 Padelle
1 Leccarda
2 Carta forno
1 Tagliere
1 Coltello
1 Spianatoia
1 Mattarello
1 Ciotola
1 Coperchio

Passaggi

Strudel salato con cavolo viola

Strudel salato

Per iniziare, pulite un cavolo cappuccio viola, del peso di circa 650gr. Togliete le prime foglie, poi dividetelo a metà ed eliminate il gambo, inoltre sciaquatelo e tagliatelo a striscioline spesse un paio di centimetri, dopodiché tagliate il porro a rondelle e versate tutto in una padella.

Strudel salato

Aggiungete il sale e l’acqua e fate cuocere con coperchio a fuoco medio/basso. A cottura ultimata, alzate il fuoco e fate asciugare l’acqua in eccesso. Dopodiché sfumate con il vino bianco e fate evaporare. Inoltre aggiungete due cucchiai d’olio e rosolate, poi spegnete e lasciate raffreddare.

Strudel salato

Nel frattempo, setacciate la farina dentro la ciotola, aggiungete sale e olio e mescolate, inoltre unite l’acqua fredda, poca alla volta e amalgamate. Versate il composto sulla spianatoia e impastate bene, fino ad ottenere un panetto compatto e omogeneo, quindi lasciatelo riposare per almeno mezz’ora, coperto con la ciotola, a temperatura ambiente.

Ora, fate tostare il pane grattugiato con mezzo cucchiaio d’olio in una padellina. Successivamente, spostate l’impasto sulla spianatoia coperta con carta forno o un canovaccio e stendete una sfoglia rettangolare, il più sottile possibile, poi cospargetela con il pan grattato tostato.

A questo punto, coprite la superfice della sfoglia con il cavolo, lasciando un bordo di qualche centimetro, poi unite la ricotta di mandorle senza cottura, a ciuffetti e il lievito alimentare.

Ripiegate all’interno il margine superiore e inferiore, poi aiutandovi con la carta forno, arrotolatelo su se stesso e trasferitelo sopra la leccarda foderata con carta forno.

Strudel salato

Preriscaldate il forno a 180° , bucherellate la superfice dello strudel e fatelo cuocere per 40 minuti.

Strudel salato

Una volta cotto, lasciate raffreddare completamente, poi spennellate la superfice con mezzo cucchiaio d’olio. Ora potete tagliarlo a fettine e servirlo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cucinachetipassa

Ciao sono Oriana , mi piace cucinare da sempre , quando ero bambina , la domenica mattina ,mi sedevo in cucina per guadare la nonna mentre impastava e preparava il ragù... guai a toccare però !!! Quando cucino il tempo vola , passa leggero e mi libera la mente . Prendersi il tempo per cucinare è un modo per aver cura di se . I miei sono piatti semplici con ingredienti di qualità e di stagione .