Taralli al finocchio, ricetta con esubero di lievito madre

I taralli al finocchio realizzati con l’esubero di lievito madre sono veramente ottimi, finiti subito…e a casa mia quando preparo dei nuovi cibi e finiscono subito significa che posso metterli nel blog…….

La ricetta l’ho presa dal blog Ladra di ricette.

Questa ricetta è ideale per utilizzare l’esubero di pasta madre, quella che altrimenti verrebbe buttata e come dico sempre …in cucina non  si butta nulla….

taralli con semi di finocchio191

Ingredienti:

100 grammi di lievito madre (esubero)

250 grammi di farina 0

70 grammi di vino bianco a temperatura ambiente

60 grammi di olio extravergine di oliva

15 grammi di sale

2 cucchiai abbondanti di semi di finocchio

 

Mettete in una ciotola il lievito madre a pezzi e il vino bianco e girate bene in modo che il lievito madre si sciolga, ora aggiungete metà farina e girate bene, ora aggiungete la restante farina e l’olio.

Iniziate ad amalgamare bene il composto, aggiungete il sale e i semi di finocchio e trasferite il composto sulla spianatoia di legno leggermente infarinata dove lavorerete bene il composto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

Mettete il composto dentro un contenitore e lasciate riposare per due ore in un luogo tiepido.

Dopo due ore prendete l’impasto, prendetene un pezzo e formate un lungo cordoncino dal diametro del dito mignolo tagliatelo a pezzi lunghi circa 10 centimetri e formate il tarallo.

Mettete a bollire dell’acqua in una padella bassa, quando inizia a bollire mettete i taralli e appena vengono a galla metteteli su un canovaccio ad asciugare.

Rivestite una teglia con carta forno, mettete sopra i taralli al finocchio e fate cuocere a forno già caldo a 200° per 30/35 minuti, io a metà cottura li ho girati in modo da farli dorare bene.

Fate raffreddare e servite.

Precedente Besciamella vegana, ricetta leggera Successivo Cestini di frolla alla nutella, ricetta dolce

4 commenti su “Taralli al finocchio, ricetta con esubero di lievito madre

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.