Pasta frolla vegana, ricetta base con e senza Bimby

La pasta frolla vegana senza uova e burro ma solo con latte di mandorla e olio extravergine di oliva, buonissima, leggerissima.

La pasta frolla vegana è indicata per quelle persone che sono intolleranti o allergici alle uova e ai latticini oppure per chi segue un alimentazione vegana.

Potete poi a vostro piacimento aggiungere all’interno della frolla della farina di mandorle o di nocciole per delle golosissime varianti.

La ricetta è tratta dal sito Non sprecare

  • Preparazione: 10 + riposo in frigo Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: per 1 crostata da diametro 26
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Farina 0 300 g
  • zucchero semolato 60 g
  • Cremor tartaro 8 g
  • Olio extravergine d'oliva 70 ml
  • Latte mandorla o avena 120 ml

Preparazione

  1. Procedimento classico:

    Nella planetaria oppure dentro una ciotola mettete la farina setacciata e il cremar tartaro, aggiungete lo zucchero, quando gli ingredienti sono amalgamati   aggiungete l’olio extravergine d’oliva e il latte e lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo (dovrà avere la consistenza della classica pasta frolla).

     

  2. Procedimento con il Bimby:

    Mettete lo zucchero nel boccale e polverizzatelo per 10 sec, vel 10, raccogliete lo zucchero a velo nel fondo del boccale aiutandovi con la spatola in dotazione.

    Aggiungete tutti gli altri ingredienti nel boccale ed impastate per 20 sec, vel 5, trasferite il composto su una spianatoia infarinata, lavorate il composto dando la forma di un panetto.

    Mettete l’impasto ottenuto dentro una pellicola per alimenti e mettete in frigo per 30 minuti.

  3. Tirate fuori l’impasto e usatelo come la classica frolla per fare biscotti o crostate, nei prossimi giorni arriveranno delle ricette semplici e simpatiche con la pasta frolla vegana.

    Per una perfetta riuscita della frolla utilizzate dell’olio extravergine d’oliva dal sapore delicato, altrimenti il sapore della frolla risulterebbe troppo intenso e rovinerebbe un po’ il sapore di tutto il dolce.

    Potete tranquillamente preparare la base di frolla il giorno prima o anche due giorni prima e conservarla in frigorifero dentro la pellicola trasparente, l’unico accorgimento è quella di lasciarla riposare per 30 minuti a temperatura ambiente prima di utilizzarla, in questo modo si ammorbidisce, durante l’estate bastano anche 15 minuti.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

4 Risposte a “Pasta frolla vegana, ricetta base con e senza Bimby”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.