Pasta alla carbonara, ricetta classica della cucina romana

La pasta alla carbonara, un primo piatto di origine romana, famosissimo e anche super discusso… panna si o panna no, guanciale o pancetta, pecorino o parmigiano?

Noi abbiamo seguito la ricetta di GialloZafferano con il guanciale, senza panna e il pecorino e poi un abbondante spolverizzata di pepe nero, il risultato è stato superlativo… il bis assicurato!

Il 6 aprile 2018 è la #carbonaraday, un evento organizzato da twitter dove verranno condivise tantissime ricette della carbonara, dalla versione classica alle versioni rivisitate.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone

Ingredienti

  • Spaghetti 320 g
  • guanciale 150 g
  • Tuorli a temperatura ambiente 6
  • pecorino romano 50 g
  • pepe nero macinato sul momento q.b.

Preparazione

  1. Mettete sul gas una casseruola capiente piena di acqua, salatela e portatela ad ebollizione per cuocere la pasta, quando l’acqua bolle fate cuocere gli spaghetti seguendo i tempi di cottura scritti sulla confezione, tenendo una pasta al dente.

  2. Eliminate la cotenna al guaciale e tagliatelo a stiscioline spesse circa 1 centimetro, mettete il guanciale in una padella e fatelo cuocere per 15 minuti a fiamma media senza condimento, in modo che il grasso sciolga bene e diventi croccante (fate attenzione a non bruciarlo, altrimenti rovinerete tutta la preparazione).

  3. In una ciotola mettete i tuorli e il pecorino (tenetene da parte qualche cucchiaio per la decorazione finale) e il pepe nero, con una frusta sbattete bene il composto ed unite anche un cucchiaio di acqua calda della cottura della pasta e girate ancora bene.

  4. Scolate la pasta e mettetela nella padella con il guanciale, fatela saltare bene, togliete la padella dal fuoco ed aggiungete i tuorli sbatturti con il pecorino e il pepe, girate bene.

    Servite subito la pasta alla carbonara con sopra il restante pecorino.

    Se vedete che il condimento rimane troppo asciutto aggiungete ancora un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta e girate bene gli ingredienti in modo da amalgamarli bene prima di servire.

Note

Precedente Torta di riso e spinaci, ricetta classica piemontese Successivo Torta al grano cotto e cioccolato, ricetta pasquale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.