Crea sito

Pane pugliese dell’amicizia, ricetta lievitata

Il pane pugliese dell’amicizia è un pane buonissimo morbido all’interno e croccante all’esterno.

Vi chiederete perchè pane pugliese dell’amicizia? la risposta è semplice, questo pane è stato fatto da parecchi blogger di giallo zafferano seguendo la ricetta e le indicazioni di una bravissima blogger Nunzia del blog Miele di Lavanda

Tutti i blogger hanno iniziato la panificazione lo stesso giorno e la stessa ora e man mano ci scambiavano impressioni e consigli su fb, sotto la super visione di Nunzia.

Il giorno dopo verso le 16 sono nati tutti nostri pani, con tanto di nome e peso….

Un esperienza bellissima e colgo l’occasione per ringraziare Nunzia per la sua pazienza e tutte le blogger.

Alle ore 17.oo è nato il nostro pane pugliese dell’amicizia con un peso di 956, nato con un parto a forno statico!

pane

Ingredienti per una pagnotta da 900 grammi circa:

per la biga:

100 grammi di farina 0

75 grammi di acqua

1 grammo di lievito di birra fresco o 0,35 grammi di lievito di birra secco

 

per impasto:

500 grammi di farina 00

350 grammi di acqua

10 grammi di sale

5 grammi di lievito di birra fresco o 1,40 grammi di lievito di birra secco

farina di semola per la spianatoia

 

Il giorno precedente si prepara la biga impastando i vari ingredienti e mettendo il panetto ottenuto in un contenitore leggermente unto e poi chiuso con un coperchio. Mi raccomando non mettetelo in frigo.

 

Il giorno dopo, trascorse 18 ore mettiamo in una ciotola metà dell’acqua e ci sciogliamo il lievito di birra, inseriamo la biga, un pò di farina e il sale.

Io per fare l’impasto ho usato la planetaria ma anche a mano viene benissimo.

Azioniamo l’apparecchio fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati poi man mano aggiungiamo la farina alternandola all’acqua rimasta.

Quando abbiamo ottenuto un composto ben amalgamato con l’aiuto di una spatola portiamo il composto verso il centro per tutto il panetto.

Mettiamo il panetto ottenuto in una ciotola unta di olio e lasciamo lievitare per 3 ore, coprite la ciotola con il suo coperchio o con un panno.

Dopo le tre ore, spolverizziamo abbondantemente la spianatoia con la semola e versiamo il composto, con la spatola riportiamo il composto verso il centro per tutto il panetto fino a quando non si sarà asciugato fino ad avere una consistenza che si possa tenere in mano.

Ora prendiamo il panetto ottenuto e con le mani cerchiamo di dare una forma di palla tenendolo appoggiato sulle mani.

Quando abbiamo ottenuto una bella palla, mettiamo su una teglia un foglio di carta forno, lo spolverizziamo di semola e mettiamo la palla a lievitare ancora per 1 ora coperta da una ciotola di vetro.

Trascorsa l’ora inforniamo a forno già caldo a 250° per 10 minuti e poi abbassiamo la temperatura a 200° per ultimare la cottura per altri 30/40 minuti.

Sfornare il pane pugliese dell’amicizia e mettetelo a raffreddare su una gratella.

Io per realizzare questo bellissimo e buonissimo pane ho usato il lievito di birra secco, mi raccomando solo di avere una bilancia che pesi bene per non eccedere con lo lievito!

Ecco la versione del pane pugliese con la farina di tipo 2 o semi integrale, ho sostituito la farina sia quella della biga sia quella per l’impasto con farina di tipo 2.

Il successo è garantito, il sapore…..buonissimo per gli amanti dei cibi integrali!

pugliese con farina tipo 2

8 Risposte a “Pane pugliese dell’amicizia, ricetta lievitata”

  1. Buongiorno iniziare la giornata con una così invitante immagine e dettagliata ricetta mette sicuramente di buon umore, posso fare una richiesta riguardo la ricetta se se usa il lievito madre mi potete specificare la quantità giusta da usare x ottenere una sofficitá come quella della vostra pagnotta!!!! Grazie

    1. Grazie x i complimenti, per la risposta ho chiesto visto che non uso lievito madre: devi usare il 20/30 % del peso della farina. Ciaooo e se hai bisogno chiedi pure!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.