La piada dei morti, ricetta tipica romagnola

La piada dei morti, una ricetta tipica romagnola che prende questo nome perchè viene preparata maggiormente del periodo vicino alla festa dei morti del 2 novembre.

Un soffice impasto lievitato con all’interno uvetta sultanina e sopra frutta secca (noci, pinoli, mandorle) e una dolce glassatura con il miele… una vera prelibatezza.

Per la realizzazione di questa ricetta abbiamo utilizzato il lievito di birra biologico di Molino Rossetto presente nella degustabox di ottobre.

La ricetta è tratta dal sito ilgiornaledelcibo.it

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    1 + 5/6 ore di lievitazione minuti
  • Cottura:
    20/25 minuti
  • Porzioni:
    1 piada
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Farina 0 275 g
  • Lievito di birra secco 3,5 g
  • acqua tiepida 1 tazza da caffè
  • vino rosso lambrusco 1 tazza da caffè
  • zucchero semolato 90 g
  • Olio di oliva 3 cucchiai
  • Uvetta sultanina 100 g
  • uova a temperatura ambiente 2
  • Latte q.b.
  • Pinoli 20 g
  • Noci sgusciate 50 g
  • Mandorle 40 g
  • Miele 2 cucchiai

Preparazione

  1. Per prima cosa mettete a bagno l’uvetta sultanina in acqua tiepida.

    In una ciotola mettete l’acqua tiepida, lo zucchero e il lievito di birra, girate bene e fate riposare per 20 minuti.

  2. Nella planetaria metteta la farina setacciata , 1 uovo, il lievito di birra sciolto nell’acqua e zucchero, il vino rosso, lo zucchero e l’olio di oliva, azionate l’apparecchio e quando avete un composto omogeneo spegnete la planetaria (il composto tenderà ad essere un po’ appiccicoso ma è giusto che sia cosi non aggiungete altra farina).

    Trasferite il composto in una ciotola, coprite con pellicola trasparente e fate lievitare per 4 ore circa, potete anche mettere la ciotola in forno con solo la luce accesa per ridurre i tempi di lievitazione.

  3. Asciugate bene l’uvetta, infarinatela e togliete l’eccesso di farina (noi abbiamo utilizzato un colino per togliere l’eccesso di farina).

    All’impasto lievitato aggiungete l’uvetta ed amalgamatela bene all’impasto.

    Prendete una teglia di 24/26 centimetri di diametro, rivestitela con carta forno e mettete l’impasto, stendendolo bene e fate lievitare per un’altra ora.

    Trascorsa l’ora mettete sulla superficie lievitata la frutta secca (mandorle, pinoli e noci) spingendola nella pasta.

  4. Sbattete l’uovo con un goccino di latte e spennellatelo su tutta la superficie della piada dei morti (non dovete utilizzare tutto l’uovo ma solo quello necessario per spennellare il dolce), infornatela a forno già caldo a 190° per 20/25 minuti.

    Mentre la piada cuoce in una ciotola mettete il miele con un goccino di acqua calda e girate bene.

    Quando la piada è cotta tirtela fuori dal forno e spegnete il forno, spennellate la superficie con il miele e ricettetela in forno per un minuto in modo che asciughi bene,

    Fatela raffreddare prima di consumarla, tenerla in un luogo fresco e asciutto.

Note

Da non perdere:

OSSI DA MORDERE

Precedente Ossi da mordere, ricetta trevigiana Successivo Fave dei morti, per la Festa di Ognissanti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.