Crea sito

Coniglio al civet, ricetta secondo piatto piemontese

Il coniglio al civet (parola francese che si pronuncia “al sivè”) è una preparazione classica del Piemonte e anche della Francia, dove il coniglio o altri tipi di cacciagione vengono messi a marinare nel vino di ottima qualità per 24 ore insieme a verdure miste e spezie per poi essere cotto con l’aggiunta delle verdure e del vino della marinatura.

Il conglio al civet è perfetto se accompagnato da una buona polenta.

Per la realizzazione di questa ricetta regionale abbiamo usato Bocconcini di Coniglio di Collina di San Bartolomeo fornito da Cibo et Vino Shop, conigli di collina, allevamento in libertà.

coniglio al civet

 

Coniglio al civet

Ingredienti per 4 persone:

1.2/1.5 kg di coniglio (noi Bocconcini di Congilio Collina)

1 litro di ottimo vino Dolcetto

1 cipolla bionda

1 costa di sedano

2 foglie di alloro

1 spicchio di aglio

rametto di rosmarino

alcune foglie di salvia

foglie di prezzemolo

1 stecca di cannella

2/3 chiodi di garofano

sale

pepe

4 cucchiai di olio extravergine di oliva

 

Lavate bene il conglio se è intero tagliatelo a pezzi o se è disossato fatene dei bocconcini e mettetelo in un contenitore capiente, aggiungete la cipolla tagliata a pezzi, lo spicchio dell’aglio, le foglie di alloro, alcune foglie di prezzemolo, il rametto del rosmarino, le foglie della salvia, la cannella e i chiodi di garofano, irrorate con il vino Dolcetto, chiudete il contenitore e mettetelo in frigo per 24 ore circa, girando la carne dopo 12 ore in modo che si insaporisca bene.

Il giorno dopo in una casseruola capiente mettete l’olio e quando è caldo aggiungete il coniglio e fatelo rosolare bene, salate ed aggiungete le verdure delle marinatura, fate insaporire bene.

Portate a cottura aggiungendo quando necessario il vino della marinatura.

Quando il coniglio è cotto (mi raccomando deve essere una cottura lenta a fuoco basso, se avete una casseruola in coccio è perfetta per cottura) spegnete il gas e passate al passaverdura le verdure.

Togliete il coniglio dalla casseruola aggiungete il sugo di verdure passate, se necessario aggiungete poco fino per avere una salsa omogenea, aggiungete il coniglio e fate insaporire ancora qualche minuto.

Se notate che la salsa è troppo liquida potete aggiungere un cucchiaio di farina, girare bene e farla addensare a fiamma bassa prima di aggiungere il coniglio.

Servite il coniglio al civet bello caldo e con una porzione di polenta fumante.

polenta  POLENTA

 

4 Risposte a “Coniglio al civet, ricetta secondo piatto piemontese”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.