Crea sito

Come ammollare il baccalà, ricetta base

 

Come ammollare il baccalà? una domande semplice che forse tutti si sono posti,  Io personalmente me lo sono chiesto e così ho pensato di scrivere questo post.

Oltre a questa domanda mi sono chiesta che differenza tra merluzzo, baccalà e stoccafisso? Sono pesci diversi?

La risposta è no…. è lo stesso pesce che assume nomi diversi in base al suo stato di conservazione.

Il merluzzo è il pesce fresco o congelato.

Il baccalà è il merluzzo conservato sotto sale e lo stoccafisso è il merluzzo essiccato.

come ammollare il baccalà

Il merluzzo sotto sale ha il vantaggio che si può conservare per molti in frigo dentro un foglio di carta alimentare.

Prendete il baccalà e lavatelo bene sotto l’acqua corrente, mi raccomando deve essere fredda, in questo modo togliete tutto il sale grosso in eccesso.

Lavate anche molto bene la parte con la pelle.

Procuratevi un contenitore capiente e mettete dentro il baccalà precedentemente lavato, coprite con acqua fredda e lasciate in ammollo per 2 giorni cambiando l’acqua 4/5 volte al giorno.

Se la fetta di baccalà è molto grande potete anche dividerla a metà.

Durante il periodo estivo conservate la ciotola con il baccalà in ammollo in frigorifero, in inverno va benissimo sul balcone.

Trascorse le 48 ore, sciaquate bene il baccalà, controllate che non ci siano delle spine e togliete la pelle, asciugate bene il baccalà e procedete alla preparazione scelta, in umido, fritto oppure al forno.

baccalà in umido  BACCALA’ IN UMIDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.