Treccine integrali alle cipolle caramellate

treccine cipolle

Treccine integrali alle cipolle caramellate

Ormai queste treccine  sono diventate un must in casa mia!! Proviamo pero’ a cambiare gli ingredienti unendo la farina integrale e le cipolle che saranno rese dolcissime con il miele. Ecco che nascono le treccine integrali alle cipolle caramellate. I miei ospiti ne sono rimasti estasiati!

Mettiamoci a lavoro con
150gr di farina integrale
150 gr di farina 0
60 gr di lievito madre liquido rinfrescato
200gr di acqua
2 cipolle
1 cucchiaio di miele
sale q.b, olio

Prepariamo il nostro ripieno: mettiamo a cuocere le cipolle affettate sottilmente in una padella con un filo di olio e il sale. Quando avranno asciugato tutta la loro acqua mettiamo il miele e facciamole caramellare girandole sempre con un mestolo di legno. Lasciamo raffreddare le nostre cipolle e mettiamole da parte.
Prepariamo quindi il nostro impasto lievitato: riuniamo in una ciotola capiente, la farina 0 setacciata con la farina integrale, aggiungiamo l’acqua e il miele dove faremo sciogliere il nostro lievito madre ottenendo cosi’ un impasto grossolano. A questo punto aggiungiamo anche il sale ed impastiamo a piene mani per amalgamare bene tutti gli ingredienti. Allarghiamo la nostra pasta ed incorporiamo le nostre cipolle caramellate, ormai fredde e finiamo di impastare. Facciamo lievitare nella ciotola coperta, al calduccio per circa 4 ore. Trascorso questo tempo riprendiamo il nostro impasto ben lievitato, ribaltiamolo sull’asse infarinata, stendiamolo con le mani in un rettangolo. Tagliamo il composto in circa 10 parti e passiamo alla formatura: facciamo prima dei lunghi bastoncini che piegheremo a metà e li arrotoleremo su se stessi ottenendo cosi’ le nostre  treccine. Mettiamo di nuovo a lievitare, coperte con un canovaccio, al calduccio, per 2-3 ore nella teglia foderata di carta forno. Cuociamo le treccine a 200′ per 15-20′, fino a doratura. Serviamole calde, ma vanno benissimo anche fredde accompagnate magari da salumi e formaggi.

segui creando si impara su Fb https://www.facebook.com/pages/Creando-si-impara/495525933830478

Precedente Il biscotto salato di Poggioferro Successivo Tartine ai funghi porcini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.