testaroli al pesto di olive taggiasche

testaroli al pesto di olive taggiasche

Testaroli al pesto di olive taggiasche

Ecco un’altra ricetta che mi porto a casa dalla Liguria, un piatto semplice, che non ho la pretesa di aver fatto identici agli originali, anche perchè ci vogliono degli stampi precisi che io non sono ancora stata in grado di procurarmi. Tuttavia questa pasta particolare nasce tagliata a losanghe dopo esser stata cotta la prima volta sul testo..

Mettiamoci al lavoro con
200 gr farina 0
100 gr farina di grano duro
acqua
sale
olive taggiasche e verdi
noci
olio evo
2 cucchiai di salsa di pomodoro
grana
Prepariamo una sorta di pastella con la farina 0 e la farina di grano duro, aggiungiamo il sale e uniamo l’ acqua fino a quando l’impasto non sarà abbastanza fluido da poter essere versato col mestolo (io ne usata 300 gr). Scaldiamo il testo o una padella a bordi bassissimi e versiamo il composto mantenendo lo spessore di mezzo centimetro, copriamo con il coperchio e lasciamo che l’impasto si asciughi fino a quando non si staccherà dalla pentola da solo. Ripetiamo l’operazione fino a quando non avremmo terminiamo l’impasto, tagliamo quindi i dischi a rombi di 4-5 cm di lato, che cuoceremo in acqua bollente e salata per 3 minuti. Scoliamo e condiamo con un trito finissimo di olive taggiasche, un po’ di olive verdi, qualche noce sminuzzata, la salsa di pomodoro, l’ olio evo e una spolverizzata di grana.
Ovviamente il condimento perfetto sarebbe un buon pesto alla genovese, ma ho voluto provare un’alternativa!

Visitate la nostra pag fb Creando si impara

Precedente occhi di bue con frolla alla ricotta Successivo budini al forno con zucchine

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.