schiaccia di pasqua di paola

schiaccia di pasqua di paola
schiaccia di pasqua di paola

 

schiaccia di pasqua di paola

 

P1200523 (FILEminimizer)

 

 

P1200532 (FILEminimizer)

 

La schiaccia di pasqua di paola, è una ricetta che mi ha regalato una mia nuova amica Sabrina, a cui ho regalato un po’ del mio lievito madre, ricetta regalata a sua volta dalla signora Paola, quindi il merito va tutto a costei.
La Toscana vanta di tante ricette tradizionali in questo periodo e la schiaccia dolce è una di queste, ricca di profumi e sapori dati da semi di anice e vinsanto.
E’ una ricetta che si presta molto bene per essere impastata a mano, come si faceva una volta, in origine con lievito di birra, da me convertita con lievito madre.
Vi lascio di seguito la mia ricetta con tutte le conversioni ed alla fine vi metterò anche quella originale, in quanto è una dose di 2 kg di farina, appunto come si usava una volta, che se ne facevano in quantità industriale.
Grazie a ancora a Sabrina e a Paola per il regalo che mi hanno fatto!!!
Per chi ha pasta madre solida,preparerà il lievitino con 180 gr di pm solida, 170 gr di farina forte, 60 gr di acqua, 1 uovo e 50 gr di zucchero.
Per chi volesse farla con lievito di birra, preparerà  il lievitino con 280 gr di farina forte,120 gr di acqua ,1 uovo, 50 gr di zucchero e 12 gr di ldb fresco oppure 4 gr di quello disidratato. Aspettate il raddoppio ed usare al posto del lievito madre.
Mettiamoci a lavoro con dose per due stampi da 1 kg

Per il lievitino:
120 gr di lievito madre liquido rinfrescato
60 gr di acqua
230 gr di farina forte
1 uovo
50 gr di zucchero
Ore 15.30 preparare il lievitino, mescolando tutti gli ingredienti, ottenendo una pagnottina morbida che metteremo a lievitare fino al suo triplicare, in una ciotolina coperta.
Per l’impasto, ore 21.00
1 kg di farina w 330 ( Molino Rossetto)
250 gr di latte intero
400 gr di zucchero semolato
75 gr di strutto ( in alternativa usate il burro)
60 ml di olio di oliva
60 ml di liquore all’anice
4 uova
1/4 di bicchiere di vin santo
1 bustina di vanillina
30 gr di semi di anice
1 pizzico di sale

un uovo per spennellare la superficie prima della cottura
Io vi riporto il procedimento originale, ma anche con la planetaria l’inserimento degli ingredienti è lo stesso.
Prepariamo subito la schiaccia di pasqua di paola: in una ciotola ampia riuniamo la farina facendo una fontana al centro, dove metteremo il lievitino triplicato. Aggiungiamo le uova ed incorporiamo un po’ di farina. Mano a mano mettiamo il vin santo ed il liquore all’anice sempre aggiungendo la farina che abbiamo ai lati della ciotola. Mettiamo il sale, la vanillina,i semi di anice, lo strutto, o il burro morbido, e l’olio a filo. L’impasto inizierà a prendere consistenza e dobbiamo lavorarlo bene, sull’asse da lavoro, fino a che non si staccherà dall’asse stessa, aggiungendo un po’ di farina se necessario. L’impasto deve essere morbido ma consistente.
Pirliamo bene, ovvero facciamo una bella palla tonda e mettiamo a lievitare in una ciotola chiusa per tutta la notte, 8-10 ore.
La nostra schiaccia di pasqua di paola dovra’ raddoppiare.
Il mattino dopo, ribaltiamo l’impasto sull’asse da lavoro, leggermente infarinata, dividiamo l’impasto in due parti uguali, diamo un giro di pieghe a tre, riformiamo una palla e lasciamo riposare per circa 30′ coperta a campana.
Arrotondiamo quindi l’impasto con il metodo della pirlatura e mettiamo a lievitare negli stampi fino al raddoppio, circa 5-6 ore.

PicMonkey Collage.jpgcollage schiaccia
Spennelliamo con un uovo sbattuto ed inforniamo a 180′ statico, a meta’ cottura abbassare a 170′ e proseguire, in tutto circa 50′-60′
Per gustarle al massimo, quando sono ben fredde, chiuderle in un sacchetto cuki ed aprirle almeno dopo due giorni.
La ricetta originale della signora Paola:
2 kg di farina
7 uova
8 hg di zucchero
1 hg e mezzo di strutto
125 gr di olio di oliva
125 gr di liquore all’anice
500 ml di latte
75 gr di lievito di birra fresco ( io ne metterei 25 gr soltanto)
1 bustina e mezza di vanillina
mezzo bicchiere di vin santo
50 gr di seni di anice

Clicca mi piace in Creando si impara!!

Precedente sanwich di biscotti con cioccolato e mou Successivo piadina veloce con esubero

2 commenti su “schiaccia di pasqua di paola

  1. Daniela il said:

    Ciao questa schiaccia l’ho già fatta ma senza semi….né vin santo perché non li avevo…a detta di chi l’ha mangiata è molto buona e soffice….grazie per la ricetta!
    Se volessi rifarla(ora ho i semi di anice) come potrei sostituire il vin santo?
    Daniela

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.