schiaccia dei morti, prodotto tipico

schiaccia dei morti

schiaccia dei morti

La schiaccia dei morti è un altro prodotto tipico della mia zona, che si usa preparare in occasione della festa del primo e del due novembre, fin dai tempi più lontani.
E’ una focaccia semplice, molto saporita, ricca di fichi secchi, noci e uvetta. Al tempo non c’erano dosi precise, perché ognuno si regolava con cio’ che aveva in casa, partendo da una pasta lievitata che avesse la consistenza di una pizza.
Questa ricetta della schiaccia dei morti, è della mia mamma che preparava con il lievito di birra e che io ho convertito con il lievito naturale.
Per chi volesse farle con lievito di birra: preparate un lievitino con 100gr di acqua, 100 gr di farina, dove farete sciogliere 15gr di lievito. Fate lievitare e procedete da ricetta.
Per chi ha pasta madre solida: 300 gr di pasta madre solida e 900 gr di farina.
Mettiamoci a lavoro con
Per la pasta lievitata:
1 kg di farina 0
200 gr di lievito madre liquido rinfrescato
600 gr di acqua
200 gr di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale
200ml di olio di oliva

300gr di noci
200gr di uvetta
300gr di fichi secchi

Prepariamo l’impasto della nostra schiaccia dei morti: in una ciotola, riuniamo la farina, l’acqua dove faremo sciogliere il lievito madre, lo zucchero, l’olio e il sale. Impastiamo bene per circa 10’fino ad ottenere una massa liscia
che raccoglieremo a palla e metteremo a lievitare in una ciotola coperta da un canovaccio, al calduccio, per circa 4 ore, o fino a chè sia raddoppiata di volume.
Nel frattempo, mettiamo l’uvetta in una ciotolina con dell’acqua per farle rinvenire e cosi’ anche i fichi, per circa 2 ore. Strizziamo l’uvetta, tagliamo i fichi a pezzettini, spezzettiamo le noci in modo grossolano e mettiamo da parte. Trascorso il tempo della lievitazione, riprendiamo l’impasto e ribaltiamolo sull’asse infarinata. Allarghiamolo un po’ con le mani ed aggiungiamo la nostra frutta secca impastando energicamente cercando di incorporarla in modo omogeneo. Dividiamo l’impasto in 6 parti ed adagiamo ogni pezzo di pasta direttamente nelle teglie da forno precedentemente unte con un filo di olio. Formiamo delle focacce ovali stendendole con le mani allo spessore di un cm se le vorrete piu’ croccanti, o di due cm se amate focacce piu’ morbide. Pratichiamo un taglio centrale e rimettiamo di nuovo a lievitare per circa 2 ore, coperte con un canovaccio. Quando saranno ben lievitate, inforniamole a 200′ per circa 20′. Devono assumere un bel colorito bruno.
Cliccate mi piace sulla nostra pagina Creando si impara !

Precedente pan di spagna vegan Successivo tortino di patate dal cuore filante

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.