ricetta delle olive sotto sale

ricetta delle olive sotto sale
ricetta delle olive sotto sale

ricetta delle olive sotto sale

Oggi vi lascio la ricetta delle olive sotto sale, un modo per conservare le olive nere, ed averle sempre pronte per tutte le nostre preparazioni, oppure servirle come semplice antipasto.
Adesso è periodo della raccolta delle olive e i miei suoceri che lo fanno ogni anno, scelgono con cura le olive piu’ belle e sane per poter metterle sotto sale, e me ne danno sempre in abbondanza, perchè a noi piacciono molto.
Ma vediamo come si fanno..
Mettiamoci a lavoro con
4 kg di olive nere, grandi e sane

2,5 kg di sale grosso
Prepariamo subito la nostra ricetta delle olive sotto sale: laviamo accuratamente le olive e lasciamole asciugare.
In una bacinella grande, facciamo uno strato di sale grosso ed adagiamoci una parte di olive, che ricoprire con altrettanto sale grosso. Ripeteremo l’ operazione fino a terminare gli ingredienti, L’ ultimo strato sarà di sale grosso che le dovrà coprire interamente.
Posizioniamo sulla superficie della preparazione un peso ( mia suocera mette un coperchio grande rigirato e sopra un peso) ed ogni giorno scoliamo con cura l’ acqua di vegetazione che si formerà. Le olive dovranno riposare per circa 10-12 giorni, ripetendo ogni giorno l’ operazione. Passato questo periodo, vedrete che le olive si asciugheranno, le assaggeremo e se non avranno più il loro tipico sapore amarognole sono pronte. Scoliamole, togliamo loro il sale e passiamole sotto l’ acqua corrente per eliminare tutti i residui del sale stesso, Lasciamole asciugare su una grande tovaglia. La nostra ricetta delle olive sotto sale è pronta.
Le possiamo conservare in alcuni barattoli con del buon olio di oliva, condite con scorzetta di arancia e limone, qualche spicchio di aglio a lamelle e del peperoncino, oppure riporle nei sacchetti cuki e riporle in freezer, per poterle cucinare come preferiamo, basterà tuffarle per qualche minuto in acqua bollente.
Clicca mi piace in Creando si impara!!!

Precedente torta di riso alla zucca Successivo confettura mele e kiwi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.