polpette della nonna

polpette della nonna
polpette della nonna

 

polpette della nonna

Le polpette della nonna, vi stupiranno per il loro sapore.
Noi amiamo molto le polpette, come già saprete, e questa è la ricetta della nonna di mio marito.
Ogni volta che le cucinava era una festa: “tutti da nonna che ha fatto le polpette!!!”
Adesso che lei non c’è più, io continuo a cucinarle per mio marito ed i miei figli ed ogni volta è la stessa festa di allora!!!
Mettiamoci a lavoro con ingredienti per 6 persone
200 gr di carne di vitellone tritata

200 gr di carne di vitello tritata
100 gr di mortadella
100 gr di salsiccia
40 gr di mollica di pane
100 ml di latte
1 uovo
30 gr di parmigiano grattugiato
mezzo spicchio di aglio
un mazzetto di prezzemolo
1 limone
sale, pepe,
una grattatina di noce moscata
olio di semi q.b per friggere
pangrattato q.b.
Prepariamo subito le nostre polpette della nonna: in un robot da cucina, tritiamo finemente la mortadella.
Laviamo ed asciughiamo le foglie del prezzemolo e tritiamo anch’esse.
Mettaimo a bagno nel latte , la mollica del pane, per 5′, in modo che si ammorbidisca.
In una ciotola, mescoliamo la carne di vitellone e di vitello, la mortadella tritata, la salsiccia, che avremo privato della pelle, sbriciolata, il prezzemolo, l’uovo, il pane ammollato e strizzato, un pizzico di sale, il pepe, la noce moscata, mezza scorza grattugiata del limone, il parmigiano ed il mezzo spicchio di aglio tritato finemente.
Amalgamiamo bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
Formiamo le polpette della nonna, aiutandoci con un cucchiaio, appiattiamole leggermente e passiamole nel pangrattato.
Friggiamole in abbondante olio di semi, girandole a meta’ cottura, fino a che saranno ben dorate. Scoliamole su carta assorbente da cucina e serviamole.
In alternativa possiamo cuocerle anche al forno, in una teglia rivestita di carta forno, leggermente unta di olio, per circa 20′.
Clicca mi piace in Creando si impara!!!

Precedente millefoglie mascarpone e fragole Successivo flan agli asparagi selvatici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.