pane alla birra con lievito madre

pane alla birra con lievito madre
pane alla birra con lievito madre

 pane alla birra con lievito madre

Il pane alla birra con lievito madre, è stata una piacevolissima sorpresa!!!
Ne avevo sempre sentito parlare, ma non lo avevo mai provato.
Il sapore rustico di questo pane si sposa bene con affettati ed un buon bicchiere di birra fresco.
Io ho usato una lievitazione in frigo di 48 ore per cui avremo bisogno di una buona farina che regga bene la lievitazione, ed un’ idratazione al 70%, perciò l’impasto si presenterà molto morbido, ma gestibile e conferirà leggerezza al nostro pane.

Per chi volesse farlo con pm solida: 75 gr di pm solida e toglierà 25 gr di farina dal totale.
Per chi volesse farlo con lievito di birra: preparate un lievitino con 25 gr di farna 0, 25 gr di acqua e 7 gr di ldb freco. Aspettate il raddoppio e procedete da ricetta.
Mettiamoci a lavoro con
500 gr di farina oo w 350 ( farina Garofalo 13% di proteine)
50 gr di lievito madre liquido rinfrescato e raddoppiato
1 cucchiaino di miele
33 cl di birra chiara ( una lattina)
45 gr di acqua
12 gr di sale
Prepariamo subito l’impasto del nostro pane alla birra con lievito madre: nella ciotola della planetaria riuniamo il lievito con l’acqua ed il miele e facciamo sciogliere.
Aggiungiamo la birra e la farina.
Lavoriamo fino ad ottenere un impasto liscio e levigato.
Aggiungiamo il sale.
Lavoriamo e portiamo ad incordatura.
Lasciamo riposare l’impasto nella ciotola per circa 10′
Con le mani leggermente unte facciamo delle pieghe stretch and folding.
Mettiamo in una ciotola chiusa con coperchio, a lievitare in frigo per 48 ore.
Tiriamo fuori il nostro impasto del pane alla birra con lievito madre e lasciamo acclimatare per un paio di ore.
Sicuramente già lo troverete raddoppiato nel frigorifero.
Sgonfiamo leggermente l’impasto e procediamo alla formatura.
Mettiamo a lievitare di nuovo in un cestino rivestito con carta forno infarinata, con la chiusura in basso, per circa 2-3 ore.
In questo caso uso la carta forno, in modo che trasferirò il pane lievitato sulla leccarda senza fare ribaltamenti, evitando cosi’ spatasciamenti.
A raddoppio avvenuto, accendiamo il forno, statico a 200′, con la leccarda in modo che si scaldi bene ed un pentolino di acqua bollente per creare vapore.
Quando il forno sara’ a temperatura, estraiamo la teglia, trasferiamo il pane con tutto l’involucro, pratichiamo dei tagli, con una lametta o un coltello ben affilato, ed inforniamo.
Dopo i primi 10′, togliamo il pentolino, abbassiamo il forno a 200′ e proseguiamo per altri 20′.
Togliamo ora la carta forno e proseguiamo ancora la cottura nella teglia per altri 15′, gli ultimi 5′ con fessura aperta nel forno.
Per una crosta più croccante: finita la cottura, abbassiamo il forno a 140′ con fessura aperta, direttamente nella griglia per altri 15′.
Lasciamo raffreddare direttamente nella griglia del forno con lo sportello semiaperto.
Clicca mi piace in Creando si impara!!!

Precedente quadrotti alle mele e yogurt Successivo corona di cinnamon rolls

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.