Crea sito

pandoro più facile

Il pandoro facile a lievitazione naturale l’ho chiamato così perchè oggettivamente non ho riscontrato nessun grosso problema di incordatura sia nel primo che nel secondo impasto. Rispetto ai grossi lievitati natalizi ho fatto davvero presto a preparare tutti e due gli impasti, è lievitato davvero bene, ma probabilmente questo è dato dalla forza della mia super pasta madre che credo non veda l’ora finiscano queste feste per andare un po’ a riposo. Ho riadattato un po’ la super ricetta delle Simili e a casa è piaciuto davvero tanto. Se non avete pasta madre fate un panetto con 10 gr lievito di birra, 30 gr acqua, 60 farina e poco zucchero da utilizzare una volta che sarà raddoppiato di volume al posto della pasta madre.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo18 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaBrace
  • CucinaItaliana

Ingredienti primo impasto

  • 90 gpasta madre rinfrescata 3 volte in giornata
  • 220 gfarina W350
  • 30 gBurro
  • 30 gZucchero
  • 1uovo medio
  • 1tuorlo
  • 40 mlAcqua

per il secondo impasto

  • primo impasto
  • 200 gfarina W 350
  • 100 gZucchero
  • 2uova
  • 1 pizzicoSale
  • 1 cucchiainoEstratto di vaniglia
  • buccia grattugiata di limone
  • 150 gburro bavarese

Strumenti

  • Impastatrice
  • Forno

Preparazione del pandoro facile

  1. Impastiamo la pasta madre con la farina e l’acqua. Aggiungiamo l’uovo e il tuorlo e , quando è stato assorbito aggiungiamo lo zucchero e il burro. Lavoriamo fino ad ottenere un impasto liscio che facciamo lievitare tutta la notte in una ciotola coperta con pellicola. Al mattino dovrebbe essere raddoppiato, se non lo fosse aspettate il raddoppio.

  2. Prepariamo il secondo impasto mettendo nella planetaria il primo impasto e lavorandolo con la farina. Aggiungiamo un uovo alla volta, il pizzico di sale lo zucchero poco per volta e la vaniglia e la scorza di limone. Quando l’impasto sarà ben incordato aggiungiamo in due volte il burro freddo a tocchetti molto piccoli. Quando l’impasto sarà legato e liscio mettiamolo su un piano da lavoro imburrato e lasciamolo riposare 20 minuti. Arrotondiamo bene la pasta e mettiamola a lievitare in uno stampo da Kg del pandoro.

  3. Copriamo con pellicola e mettiamo a lievitare in luogo tiepido fino a quando non arriverà quasi al bordo dello stampo. Cuociamo in forno statico a 170° per circa un’ora. Se la cupola tendesse a bruciarsi copritela con un foglio di alluminio. Lasciate freddare per bene prima di sformare.

3 Risposte a “pandoro più facile”

  1. ciao quando dici che la pasta madre va rinfrescata tre volte quanto tempo deve riposare tra un rinfresco e l’altro? vanno bene 3 ore? perchè con 4 i tempi sono ingestibili

    1. deve sempre raddoppiare il volume prima di rinfrescare nuovamente. Più o meno 8-12- 16 e alle 20 primo impasto, ma se ti raddoppia in 3 ore meglio, anzi è l’ideale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.