Pandoro ad una sola lievitazione

12358500_10206599070808114_403124020_n12367020_10206599070248100_567093243_n

Il pandoro ad una sola lievitazione è un pandoro molto semplice che impasto la sera e la mattina inforni. Sofficissimo e profumatissimo arricchirà i vostri pranzi di Natale e le vostre colazioni in famiglia.
Mettiamoci al lavoro con :
100 gr licoli rinfrescato 3 volte ( oppure un lievitino con 15 gr LDB, 50 gr farina, 50 gr acqua e poco zucchero)
400 gr farina W 400
50 gr acqua
200 gr zucchero
3 uova medie
3 tuorli di uova medie
250 gr burro bavarese
vaniglia in polvere
scorza di un limone grattugiata
pizzico di sale
Impastiamo il licoli con la farina e l’acqua. Aggiungiamo un uovo alla volta e quindi i tuorli aspettando che quello messo precedentemente sia stato amalgamato. Quando l’impasto è ben incordato aggiungiamo lo zucchero a cucchiaiate. Lasciamo che l’impasto sia nuovamente ben incordato quindi aggiungiamo il burro morbido poco per volta aspettando sempre che sia stata assorbita e l’impasto ben legato. Terminiamo con un po’ di vaniglia in polvere, il sale e e la scorza di limone. Ribaltiamo l’impasto su un piano imburrato, lasciamolo riposare 20 minuti quindi arrotondiamolo con le mani.Imburriamo uno stampo per pandoro da 1 kg e posizioniamo dentro l’impasto. Lasciamo lievitare tutta la notte al tiepidino. Al mattino, o comunque quando la cupola avrà raggiunto il bordo dello stampo, inforniamo a 170° per circa 1 h. Lasciamo raffreddare completamente prima di sformare.

Seguiteci in facebook!

Precedente baccalà mantecato alla veneziana Successivo insalata di fagioli, tonno e cipolla

24 commenti su “Pandoro ad una sola lievitazione

  1. Francesca il said:

    Ciao e complimenti ti seguo sempre 🙂 vorrei provare a fare il tuo pandoro, in quanto è veloce ed ho poco tempo, volevo però sapere se è semplice da lavorare a mano e se il risultato è più simile ad un panbrioche oppure è più simile al vero e proprio pandoro.

    Ciao e grazie.
    Francesca

    • creandosiimpara il said:

      150 gr di solida e togli 50 gr farina. é un po’ diverso da quello industriale perchè ha solo buon burro e zero aromi, per me è una nota di pregio, poi non so..

  2. Ciao mi chiamo giusi non ho capito l utilizzo del lievito di birra al posto del li oli per quanto tempo deve lievitare questo lievitino prima del suo utilizzo? Puoi indicarmi come convertire lievito madre secco quello comprato io utilizzi quello di kamut per intolleranza al frumento e dovrei fare il pandoro con la farina di kamut hai suggerimenti? Non ho capito l ultima risposta che hai dato 150 di solida……. Se puoi spiegarla meglio ti ringrazio ps hai anche ricetta panettone?

    • creandosiimpara il said:

      ciao la pasta madre seolida è se hai la pasta madre solida, altrimenti con Ldb metti un cucchiaino in un bicchiere per il lievitino con acqua farina e quando fa le bolle procedi

  3. Lorenzo il said:

    ciao.
    ho provato per la prima volta a fare il tuo impasto di panettone.
    solo mi sembra un pò troppo con odore di uovo. come mai? forse sono troppe le dosi o solo a me è capitato questo inconveniente?
    domani che lo vedo lievitato e dopo la cottura in caso saprò dire se si sente anche nel mangiarlo
    grazie cmq

  4. Maria Pia il said:

    W 400 a quante proteine corrisponde? Chissà che non riesca a farlo prima di tornare a lavorare ……..sarà tanto difficile far incordare con tutto quel burro? Grazie e Buon Natale!

  5. è buonissimo, l’unica cosa che non capisco bene se è normale, è che all’inizio, quando metto nella planetaria la pm (uso la solida mettendo 350 di farina) la farina e l’acqua, non riesco a formare un panetto, ma esce tutto granuloso…tipo l’inizio di una frolla…solo che resta così perchè è come se i liquidi fossero troppo pochi. l’altra volta ho aggiunto acqua in questa fase e poi ho continuato come da ricetta, il risultato è stato eccellente. Ma non so se era la cosa giusta da fare. Te lo segnalo, in caso dovesse servire ad altre persone. Grazie per la ricetta.

        • Flavia il said:

          mi confermi quindi che la consistenza dovrebbe essere quella tipica della pm solida? quindi si dovrebbe amalgamare il tutto e formare un panetto? mi accingo a rifarlo proprio questa sera, e se così fosse, aggiungerò nuovamente poco per volta un pò d’acqua nella fase iniziale, e poi procederò come da ricetta. Grazie di nuovo…

  6. Angelina il said:

    Ciao sto facendo il tuo pandoro ma mentre negli ingredienti la grammatura del sale non c’è nella preparazione si parla del sale e adesso faccio a occhio ne metto 3 g e non se ne parla più .
    Aspetto una tua risposta,

  7. Simonetta il said:

    Buongiorno, vorrei provare a fare questa ricetta e avendo lievito madre solido utilizzo la conversione che hai indicato anche tu. Vorrei però sapere bene la procedura iniziale con l’aggiunta dell’acqua. Questo passaggio non mi è chiaro.
    Grazie

  8. daniela il said:

    ciao io ho fatto questo pandoro e non mi è venuto bene avrò sicuramente sbagliato qualcosa ……vorrei provare a rifarlo solo che a me ha lievitato in pochissimo tempo , 4 ore scarse per fortuna era di giorno ed ho potuto controllare, a casa mia fa parecchio caldo siamo sempre intorno ai 20 gradi, che dici metto meno lievito ?grazie

  9. Ciao. Volevo chiederti se i tempi di lievitazione del pandoro fatto col lievito di birra sono gli stessi di quello fatto col lievito madre. In poche parole anche col lievito di birra va fatto lievitare tutta la notte?
    Grazie mille e complimenti per il tuo blog

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.