pandolce al mascarpone

pandolce al mascarpone

il pandolce al mascarpone nasce come alternativa al solito panettone. Una miscela di ingredienti che lo ricordano molto, ma con aggiunta di un ricco mascarpone cremoso che rende l’impasto di una sofficità che vi sorprenderà. Preparare il pandolce al mascarpone è un po’ laborioo, ma vi assicuro che ne vale la pena.
Mettiamoci al lavoro con :
1 IMPASTO
60 gr licoli rinfrescato 3 volte ( o 12 gr LDB sciolti in 30 gr acqua, 30 gr farina e poco zucchero)
90 gr acqua
225 gr farina
2 tuorli
50 gr burro
50 gr zucchero
2 IMPASTO
primo impasto
50 gr farina
2 cucchiai miele
2 tuorli
60 gr zucchero
55 gr burro
pizzico vaniglia
80 gr mascarpone ( o ricotta va bene lo stesso)
1 cucchiaio di Rum
pizzico di sale
GLASSA
80 gr zucchero

25 gr albumi
15 gr fecola di patate
35 gr mandorle tritate
Impastiamo il licoli con la farina e l’acqua.Aggiungiamo un tuorlo lla volta e il burro ammorbidito e mescolato con lo zucchero poco per volta. Lavoriamo fino ad ottenere un impasto ben incordato che lasciamo lievitare al tiepido tutta la notte. Prepariamo intanto una crema mescolando il mascarpone ( o la ricotta) con i tuorli,il miele, lo zucchero, il burro morbido, il sale e il rum. Mettiamo nel frigo.
Il mattino seguente ( l’impasto dovrà essere triplicato), mescoliamo il primo impasto con la farina. Aggiungiamo a cucchiaiate la crema al mascarpone aggiungendone solo quando la dose precedente è stata ben assorbita. Lavoriamo fino a quando l’impasto non sarà ben incordato.
Lasciamo lievitare l’impasto su un piano da lavoro 10 minuti. A questo punto o arrotondiamo e compattiamo bene l’impasto mettendolo a lievitare su uno stampo di un Kg del panettone o facciamo tante palline e le mettiamo su stampi rigidi per muffin . Lasciamo lievitare per 4-6 ore. Prepariamo la glassa tritando finemente le mandorle con lo zucchero e la fecola e aggiungendo gli albumi e mescolando bene. Con una tasca da pasticcere distribuiamo sulla superficie del pandolce al mascarpone la glassa, quindi zucchero in granella e qualche mandorla intera. Inforniamo a 180° per 40 minuti in caso di forma grande, 25 minuti in caso di forme piccole. Appena il dolce viene sfornato in caso di stampo in carta infilziamolo con ferri da calza e capovolgiamolo, in caso di stampi da muffin capovolgiamolo apponggiando i bordi su dei sostegni. Aspettiamo il completo raffreddamento prima di capovolgere e il giorno successivo per gustarlo.

Seguiteci anche su facebook!

Precedente croissant integrali salati Successivo pandoro sfogliato a lievitazione naturale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.