orata all’ acqua pazza

orata all' acqua pazza
orata all’ acqua pazza

orata all’ acqua pazza

L’ orata all’acqua pazza, è uno dei miei piatti preferiti.
Un secondo piatto molto semplice da preparare, con ingredienti semplici, ma che fanno di questo piatto un secondo speciale. Potete cuocerla in padella oppure in forno.
L’importante è scegliere pesci, che sia orata, spigola o fragolino, freschissimi, per questo dobbiamo affidarci al nostro pescivendolo di fiducia. Un consiglio che vi do su questo piatto: se mai ne dovesse avanzare un po’, frullate la polpa di pesce avanzata con il sugo che si formerà in cottura e conditeci degli spaghetti, o altra pasta a vostro piacere e ne verrà fuori un primo piatto da re!!!

Mettiamoci a lavoro con ingredienti per quattro persone
2 orate di media grandezza
qualche pomodorino
1 costola di sedano
1 cipolla media
1 spicchio di aglio
basilico, prezzemolo
un rametto di rosmarino
un rametto di salvia
1/2 bicchiere di vino bianco secco
2 bicchieri di acqua
olio di oliva q.b.
sale, pepe
Prepariamo dubito la nostra orata all’ acqua pazza: puliamo il pesce dalle squame con l’apposito attrezzo da cucina, priviamolo delle interiora e laviamolo molto bene sotto l’acqua corrente.
In alternativa, facciamo fare questa operazione dal nostro pescivendolo.
Mettiamo l’orata in una padella, oppure in una pirofila da forno, condiamo con tutti gli odori, aggiungiamo il vino, l’acqua, l’olio di oliva, il sale ed il pepe e lasciamo cuocere per circa 15’chiudendo la padella con un coperchio. Se decidiamo di cuocerla al forno, copriamo la teglia con un foglio di alluminio, a 180′ per circa 20′.
Portiamo in tavola il pesce sfilettato condito con il sughetto che si è formato.
Come vi dicevo, questo piatto, non ha ingredienti particolari, ma…. che buono!!!
Clicca mi piace in Creando si impara!!!

Precedente fusilli alla crema di zucchine e gamberi Successivo pizza margherita senza lievito

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.