crema pasticciera vulcanica allo zenzero e limone

crema pasticciera vulcanica allo zenzero e limone
La crema pasticciera vulcanica allo zenzero e limone è la classica crema  preparata con il metodo Montersino. Chiamata vulcanica perchè dopo aver versato il composto di uova sul latte caldo si ha un effetto vulcano, è una crema pasticciera che ha il gusto del natale. Perfetta per farcire dolci, accompagnare pandori e panettoni, noi amiamo mangiarla ancora calda come dolce al cucchiaio, un confort food quando torni a casa infreddolito e stanco.

Questo tipo di preparazione rende la crema davvero vellutata e cremosa, una preparazione di cui vi innamorerete e che riutilizzerete quando vorrete preparare una crema deliziosa. Utilizzate uno zenzero fresco e assicuratevi che sia ben lavato e togliete delicatamente la buccia marroncina. Utilizzate un grosso limone biologico e ben lavato.

Mettiamoci al lavoro con :

4 dl latte
1 dl panna fresca
100 gr zucchero
3 tuorli
25 gr amido di mais
scorza grattugiata di un limone
3 cm di zenzero

Mettiamo il latte e la panna, lo zenzero grattugiato grossolanamente e la scorza di limone in una casseruola abbastanza capiente sul fuoco. Facciamo sobbollire qualche minuto e passiamo per eliminare lo zenzero e rimettiamo sul fuoco. Montiamo bene i tuorli con lo zucchero e l’amido. Quando il latte è al limite del bollore versiamo sopra il composto di uova e aspettiamo che il latte gonfi ( il termine vulcano viene proprio dal fatto che il latte trova un varco nel composto di uova e sale, per quello serve molta attenzione e una pentola capiente). A questo punto con una frusta mescoliamo bene , sempre lasciando sul fuoco, fino a quando non comincerà ad addensarsi. Mettiamo in un recipiente e copriamo con pellicola fino a raffreddamento avvenuto.  Conserviamo in frigorifero.

Se vi è piaciuta la mia ricetta e volete scoprirne altre venite a trovarmi nella pagina facebook ” creando si impara” e lasciate un ” mi piace” così da essere sempre aggiornati.

Precedente tronchetto di Natale al cioccolato e mascarpone Successivo spaghetti con pesto di zucchine e salmone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.