centrotavola da mangiare

centrotavola da mang

Centrotavola da mangiare

Visto qualche tempo fa, non ricordo dove, ho voluto riprodurre questo centro tavola da mangiare, portandolo ad una merenda di bimbi, dove si è scatenata la curiosità e lo stupore di tutti!!! Basta solo un po’ di fantasia!!

Mettiamoci a lavoro con
350gr di farina 0
150gr di manitoba
150gr di yogurt naturale
300gr di acqua
150gr di lievito madre liquido rinfrescato
1cucchiaino di miele
1 cucchiaino di sale

Per la farcitura…fantasia..io ho messo
pomodoro, stracchino, tonno, maionese
sale,olio, basilico

Prepariamo l’impasto per il pane: setacciamo le due farine ed aggiungiamo il lievito, l’acqua, mescolando grossolanamente. Uniamo lo yogurt ed il miele ed iniziamo ad impastare mettendo il sale per ultimo. Facciamo un giro di pieghe al nostro impasto e mettiamolo a lievitare per 4 ore. Riprendiamo la nostra massa ormai ben lievitata,  sgonfiamolo un po’ e procediamo alla normale formatura dando una forma tonda. Mettiamolo nuovamente a lievitare per 3 ore dentro un contenitore rivestito con carta forno,(io ho scelto uno stampo da budino perché volevo ottenere un pane decorato). Cuociamo il nostro pane a 200′ per circa 45′, fino a doratura. Aspettiamo che si raffreddi completamente e procediamo alla farcitura: tagliamo la calotta del pane con un coltello seghettato, incidiamolo delicatamente con un coltello a punta lungo tutto il bordo facendo attenzione a non rompere il guscio e sempre delicatamente estraiamo tutta la mollica con le mani in unica massa. Tagliamo la mollica orizzontalmente in 4 strati; uno strato lo farciremo con stracchino, pomodoro, olio, sale, basilico, l’altro con tonno, pomodoro, maionese. Componiamo i nostri tramezzini con  gli strati rimasti tagliamo a triangoli. Riponiamoli dentro il guscio di pane, mettiamo sopra la calotta e servito.

Vieni su Fb creando si impara https://www.facebook.com/pages/Creando-si-impara/495525933830478

Precedente Grissini gioppini Successivo Pane al cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.