carciofini sott’ olio

carciofini sott' olio
carciofini sott’ olio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

carciofini sott’ olio

Come ogni anno, eccoci qui con i carciofini sott’ olio.
In questo periodo si trovano gli ultimi, la carciofina, che costa meno ed è ottima per queste preparazioni.
Inutile dire che questo ci darà un pò di lavoro, ma che soddisfazione!!!
Mettiamoci a lavoro con
3 kg di carciofina
1 L. di aceto di vino bianco
1 L. di vino bianco
5-6 aglietti freschi
qualche rametto di nipotella
qualche peperoncino fresco
sale
olio di oliva q.b.
3 limoni
Prepariamo subito i nostri carciofini sott’ olio: Prepariamo un’ ampia bacinella con dell’acqua fresca dove strizzeremo il succo di due limoni.

Mondiamo i carciofini, togliendo loro le foglie piu’ dure, i gambi e pareggiando le sommità. Strofiniamoli mano a mano con il terzo limone che avremo diviso a metà. Questa operazione fa i modo che i carciofi non si anneriscono.
Prepariamo una pentola, mettiamoci l’aceto, il vino, gli aglietti, il peperoncino, la nipotella ed il sale. Portiamo ad ebollizione e tuffiamoci i carciofini, tutti in una volta se la capienza della pentola lo permette, altrimenti fate l’operazione in due volte.
Lasciamoli bollire per 6-8 minuti, a secondo della grandezza che hanno i carciofi.
Scoliamoli con un mestolo forato ed adagiamoli in un vassoio che avremo foderato con un canovaccio pulito. Copriamoli con un altro canovaccio e lasciamoli raffreddare ed asciugare anche fino al giorno dopo.
Nel frattempo sterilizziamo dei barattoli di vetro, anche i tappi con cui li andremo a chiudere, mettendoli a bollire a bagnomaria per circa 20′. Lasciamoli asciugare capovolti su un canovaccio.
Sistemiamo i carciofini cotti nei barattoli, mettiamo anche gli odori che abbiamo usato per cuocerli e riempiamo i barattoli di olio di oliva, avendo cura che tutti i carciofi siano ben ricoperti di olio, aggiungendolo in un secondo momento se ci fosse necessita’, altrimenti potrebbero deteriorarsi.
Riponiamo i nostri carciofini sott’ olio in un luogo fresco e riparato dalla luce del sole, magari in dispensa.
Si conservano per circa 12 mesi.
Clicca mi piace in Creando si impara!!!

Precedente bignè salati alle erbe aromatiche Successivo girelle semplici di pan bianco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.