SFRAPPOLE (o CHIACCHIERE)

Da buona Bolognese io le chiamo SFRAPPOLE, ma che le chiamiamo sfrappole, chiacchiere, bugie, cenci, frappe, galani o crostoli la loro bontà rimane invariata, poichè la ricetta, tipica del Carnevale, è molto simile in tutte le regioni d’Italia.

Personalmente, come vedrete, nella mia ricetta non è presente il lievito e nemmeno il vino bianco, e nonostante questo otterrete chiacchiere super bollose e friabili; l’importante sarà ottenere una sfoglia molto sottile prima di andarle a friggere.

Direi di cominciare subito a leggere la ricetta assieme, troverete come sempre le foto passo passo e anche un breve video finale 🙂

SFRAPPOLE (o CHIACCHIERE)
  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per preparare le SFRAPPOLE (o CHIACCHIERE)

250 g farina 00
25 g burro (a temperatura ambiente)
1 uovo medio + 1 tuorlo
30 g zucchero
45 g spremuta d’arancia (circa un’arancia grande)
un goccio di liquore all’anice (o limoncello o brandy o cognac) (facoltativo)
scorza di mezzo limone non trattato
1 l olio di semi di arachide (per friggere)

Strumenti

Passaggi per preparare le SFRAPPOLE (o CHIACCHIERE)

1. Per facilitare e sveltire il procedimento, inserite tutti gli ingredienti nel tritatutto: versate, quindi, la farina, il burro a temperatura ambiente tagliato a pezzetti, le uova, lo zucchero, la spremuta d’arancia, la scorza di limone e il goccio di super alcolico che avete scelto (facoltativo).

Azionate il mixer per qualche secondo, fino ad ottenere un composto omogeneo che comincia a compattarsi.

2. Trasferite l’impasto sul piano di lavoro e impastate con le mani per circa cinque minuti, in modo da ottenere un panetto liscio ed elastico.

Io solitamente non ho bisogno di utilizzare farina sulla spianatoia, ma se doveste notare che il vostro impasto rimane leggermente appiccicoso spolveratene tranquillamente un pochino per aiutarvi.

Avvolgete il vostro panetto con pellicola trasparente e ponete in frigorifero per 20-30 minuti.

3. Una volta che l’impasto ha riposato, toglietelo dal frigorifero e dividetelo in tre parti.

Con ciascuna parte del panetto, schiacciatela prima con le dita, poi cominciate a tirare con il matterello; ovviamente, se avete la ‘nonna papera’ e preferite, utilizzatela senza problemi.

Che tiriate a mano o con la nonna papera, più l’impasto risulterà sottile e meglio sarà.

SFRAPPOLE (o CHIACCHIERE)

4. Con una rotella tagliapasta formate dei rettangoli (più o meno regolari, non importa!) e successivamente create un paio di intagli all’interno dei rettangoli stessi, serviranno per ‘alleggerire’ la vostre chiacchiere in fase di frittura.

SFRAPPOLE (o CHIACCHIERE)

5. A questo punto, in una pentola capiente versate l’olio di arachidi e aspettate che diventi bollente (circa 170°C); se non avete il termometro da cucina potete utilizzare uno stecchino di legno: se immergendolo nell’olio si formeranno tante piccole bollicine intorno, allora l’olio sarà arrivato alla giusta temperatura.

Friggete fino a doratura le vostre chiacchiere. Saranno bollose e friabili!

6. Scolatele su carta assorbente e, appena saranno diventate tiepide, spolveratele con abbondante zucchero a velo 🙂

SFRAPPOLE (o CHIACCHIERE)

Consigli e conservazione

– Personalmente, nonostante la ricetta lo preveda, io non aggiungo mai il super alcolico quando preparo le chiacchiere, perchè in casa non ho mai superalcolici e perchè a noi (in particolare a mio figlio) piacciono più così 😉

Voi scegliete in base ai vostri gusti ovviamente, ma vi posso garantire che saranno ottime in entrambi i casi!

– Le vostre chiacchiere si conservano almeno quattro-cinque giorni se le tenete sotto una campana di vetro o in un contenitore di latta.

– Con le dosi di ingredienti che vi ho fornito verranno circa venti chiacchiere; ovviamente, poichè si conservano a lungo, potete decidere di raddoppiare le dosi; in questo caso userete tre uova intere.

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi potrebbero sicuramente interessare anche le mie super ‘cicciose’ FRITTELLE DI MELE SOFFICI.

Potete SEGUIRMI anche:

  • sulla pagina FACEBOOK (mettendo ‘MI PIACE’) cliccando QUI
  • sul mio account INSTAGRAM (QUI)
  • su PINTEREST (QUI)
  • YOUTUBE (QUI).

e non perderete nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.