Pupazzi di neve dolci – senza cottura

Questa ricetta è davvero semplice e senza cottura. È ideale da fare con i bambini che vi assicuro si divertiranno molto a realizzare.
Sono appena 3 gli ingredienti, ma il gusto è di questi pupazzi di neve è delizioso.
sono dei dolcetti molto scenografici da mettere sulla tavola di Natale o da servire a capodanno.
I commensali resteranno a bocca aperta, e soprattutto soddisfatti perché vi assicuro che sono davvero buoni.
Quindi siete pronti a scoprire come preparare questi carinissimi pupazzi di neve?
Potrebbe interessarti anche

Pupazzi di neve dolci al cocco senza cottura
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

400 gr di ricotta
180 gr di farina di cocco
Buccia grattugiata di un limone
150 gr di zucchero a velo

Strumenti

Passaggi

La prima cosa da fare è quella di mettere a sgocciolare la ricotta, in modo che perda l’acqua in eccesso, per cui mettetela in un colino per almeno una mezz’ora con una ciotola sotto.

Preparate la farina di cocco, lo zucchero a velo e la buccia grattugiata di un limone e versate tutto in una terrina insieme alla ricotta

Mescolate tutto per bene, prima con una forchetta e poi con le mani, così da rendere il composto bello compatto e permettere alla farina di cocco di legarsi bene con i restanti ingredienti.

A questo punto possiamo preparare i pupazzi. Realizziamo una pallina più grande per il corpo, ed una più piccina per la testa. Con le gocce di cioccolato fateci gli occhi ed i bottoni sulla pancia. Per il cappello ed il naso basterà una carota.
Le braccia fatele con uno stuzzicadenti.

NoN vi resta che spolverare con lo zucchero a velo per dare l’effetto neve o in alternativa il cocco rape’.
Ed ecco pronti i pupazzi di neve dolci al cocco, per essere serviti in tavola.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.