Pizza in teglia – metodo Bonci

Questa ricetta ormai super collaudata è la pizza in teglia per eccellenza, alta, morbida e piena di bolle. Io la faccio col mio lievito madre, rinfrescandolo 4 ore prima per averlo al massimo della sua attività nel momento dell’impasto. Se volete cimentarvi nella creazione del vostro lievito madre cliccate qui, ma si può utilizzare la stessa ricetta e lo stesso procedimento anche con il lievito di birra! Grazie alla lievitazione di 24 h e il pochissimo lievito utilizzato otterrete una pizza in teglia super digeribile adatta anche a chi è un po’ intollerante al lievito.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • PorzioniDosi per 2 teglie 40×25 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gFarina 00 (Almeno W240, io uso la Napoletana del Molino Dallagiovanna)
  • 270 gFarina Manitoba
  • 530 mlAcqua (temperatura ambiente)
  • 30 gOlio extravergine d’oliva
  • 13 gSale
  • 150 gLievito madre (solido, sostituibile con 2 gr di lievito di birra)

per condire

  • q.b.Pomodori pelati (consiglio circa 100 gr per pizza)
  • q.b.Mozzarella
  • condimenti a piacere

Preparazione

  1. La sera prima della “pizzata” preparate l’impasto: stemperate il lievito con 100 gr di acqua, poi aggiungete la farina. Mano a mano versate l’acqua che dev’essere assolutamente a temperatura ambiente. Piuttosto meglio un po’ fredda che tiepida, altrimenti si rovina la struttura dell’impasto. Quando tutta l’acqua si sarà assorbita aggiungete l’olio e solo alla fine il sale. L’impasto sarà molto idratato e appiccicoso, non preoccupatevi, prenderà struttura man mano che sarà a riposo.

    Metti a riposare 1 h in una ciotola fuori dal frigo coperta da pellicola. Fate un giro di pieghe a tre: Formate un rettangolo con la pasta, piegate in tre parti uguali e ripiegate lungo l’altro verso. Chiudete l’impasto a palla, pirlando alla base del panetto.

    Questo passaggio potete anche ometterlo data l’alta idratazione dell’impasto che potrebbe risultare appiccicaticcio e ingestibile all’inizio, ma serve a dare più struttura alla pizza.

    Adesso mettete l’impasto nella ciotola coperta da pellicola e mettetelo nella parte più bassa del frigo tutta notte.

  2. Il giorno dopo, verso le ore 13.00, prendere l’impasto che sarà bello bolloso, lasciatelo acclimatare per mezz’ora, poi con tanta semola dividetelo in due parti e stendetelo nelle teglie, partendo dal centro con le mani e man mano portando le bolle al cornicione. Lasciate lievitare in teglia ancora fino le 19.00 nel forno spento, al riparo da correnti d’aria. Accendete il forno con una pietra refrattaria alla base se l’avete, a 250°C statico.

    N.B. Se il vostro forno raggiunge temperature ancora più elevate buon per voi, sparatelo al massimo e la pizza verrà buonissima! Diminuite i tempi di cottura, nel caso.

  3. A questo punto condite le pizze con il pomodoro fino al bordo, un giro d’olio, sale e basilico. Infornate per 12 minuti, condite con la mozzarella e il resto dei condimenti a piacere, e infornate per altri 10 minuti.

  4. Mangiatela calda! Ma anche per la colazione della domenica è ben collaudata…

    Se avete dubbi e bisogno di consigli sono qui! Se rifate le nostre ricette taggateci @cookinsis su instagram, siamo curiose di vedere le vostre creazioni!!

    un bacio, Fefa

/ 5
Grazie per aver votato!

2 Replies to “Pizza in teglia – metodo Bonci”

  1. tra gli ingredienti manca il lievito

    1. Ciao, grazie mille per la segnalazione! Abbiamo aggiornato la ricetta. Un bacio!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.