Erbazzone reggiano

Una delle golosità emiliane che ci hanno conquistate fin da subito è sicuramente l’erbazzone reggiano. Preparato con ingredienti semplici fin dal Medioevo, è una torta salata con un ripieno di erbette, bietole e spinaci.
Non si può a resistere a un pezzetto di erbazzone!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni5
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il ripieno si usano erbette e bietole, se usate gli spinaci verrà un po’ più dolce. Per la pasta, potete usare sia acqua che latte per impastare, in base ai gusti. Se non sapete quale scegliere, provate entrambe le versioni!

Ingredienti per il ripieno

  • 1 kgBietole
  • 1 mazzettoCipollotti con gambo fresco e verde
  • 1 tazza da caffèPrezzemolo tritato
  • 60 gLardo di prosciutto o pancetta
  • 4 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 50 gBurro
  • 2 spicchiAglio
  • 4manciate di Parmigiano Reggiano
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Ingredienti per la pasta

  • 200 gFarina di forza, tipo Manitoba
  • 1 cucchiainoStrutto
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 100 gcirca di acqua (o latte)

Preparazione

Il ripieno

  1. Iniziate la preparazione dell’erbazzone lessando le erbette in acqua bollente, scolateli e strizzateli per bene. Tritate i cipollotti con i gambi.

    In una padella sciogliete il grasso di prosciutto, aggiungete l’aglio schiacciato e i cipollotti tritati, poi l’olio e il burro. Fate appassire i cipollotti senza farli imbrunire, quindi aggiungere le erbette e insaporire con sale e pepe.

    Una volta raffreddato togliete l’aglio e unite il prezzemolo e il Parmigiano Reggiano.

La pasta

  1. Impastate la farina con olio, strutto, sale e pepe. Aggiungete l’acqua a filo finché non avrete un impasto liscio, morbido ed omogeneo. Se la farina usata non assorbe tutta l’acqua che avete pesato non preoccupatevi, l’importante è la consistenza finale del vostro impasto. Fate riposare la pasta mezz’ora, poi dividetela in due parti.

    Oliate una teglia o stampo e accendete il forno a 200°C, statico. Quindi iniziate a stendere la base dell’erbazzone. Deve essere molto sottile, aiutatevi con un mattarello infarinato. Quindi adagiatela sulla teglia. Stendete il ripieno sulla base di pasta, lasciando 1 cm di bordo senza ripieno. Tirate ora la copertura dell’erbazzone, ancora più sottile della base, chiudete i bordi e bucherellate la superficie: in questo modo l’umidità del ripieno uscirà senza gonfiare la pasta.

  2. Infornate per mezz’ora a 200°C. A 5 minuti dalla fine della cottura ungete la superficie con un pezzo di lardo o strutto. Rimettete in forno a completare la cottura finché non sarà ben dorato.

  3. Godetevi il vostro erbazzone, taggateci e fateci sapere com’è!

    Baci&Farina a tutti

    Flo

3,0 / 5
Grazie per aver votato!