Roastbeef all’inglese facile e perfetto

Roastbeef: l’arrosto di manzo tanto caro agli inglesi che potremo definire il piatto nazionale senza paura di essere smentiti. Il “Sunday roast” è infatti il piatto della Domenica e delle feste, il piatto della famiglia e degli affetti più cari.

Un rituale che si è iniziato a diffondere a fine Quattrocento, durante il regno di Enrico VII, periodo in cui il consumo abbondante di carne era abitudine comune a palazzo, soprattutto fra le guardie reali, il cui nomignolo era proprio “Beefeaters”, letteralmente “mangiatori di manzo”. Sono proprio le guardie a iniziare la tradizione del roast beef della domenica, mettendo a cuocere la carne (generalmente filetto, controfiletto o spalla) la mattina prima di andare a messa.  Tradizione continuata anche nell’ottocento quando le donne, andando a Messa, lasciavano il manzo in cottura nei forni chiusi la Domenica mattina.

La diffusione di questo secondo piatto in Italia risale alla prima metà dell’800, sembra sia arrivato in Italia portato da Mazzini, ma si immagina che si sia diffuso grazie agli inglesi residenti nella penisola, soprattutto in Toscana.

Il tempo di cottura ricopre un ruolo di grande importanza per il roast beef. Solitamente viene servito Rare (al sangue) o Pink, cioè cotto fuori e molto al sangue all’interno. La cottura prevede infatti che l’interno venga solo riscaldato, ma non cotto fino in fondo.

Per un kg di carne i tempi di cottura sono:

  • al sangue 30 minuti
  •  mediamente al sangue 40 minuti
  • mediamente cotto 50 minuti
  • ben cotto 60 minuti

Ingredienti: 1 kg di carne lombata o controfiletto, pepe, sale, salvia, rosmarino, alloro, olio evo

Prendi il pezzo di manzo e massaggialo con olio evo, aggiungi il pepe appena macinato, il sale e le erbe aromatiche. Io ho massaggiato la carne direttamente in pentola. Se avete un tegame che va su fuoco ed in forno utilizzatelo, eviterete di sporcare due recipienti. A questo punto ho scaldato l’olio ed ho rosolato ben bene il roastbeef da ogni lato, circa 5′ per lato . Dovrà formarsi una bella crosticina marron.

Più o meno come nella foto in alto. Una volta che avrete arrostito esternamente il roastbeef, scaldate il forno a 220° funzione statica. Inserite il tegame e fate cuocere 15 minuti , poi girate la carne e lasciate cuocere altri 15 ‘. Io ho scelto una cottura al sangue.

Sfornate il roastbeef ed avvolgetelo nella carta stagnola in modo da lasciar riposare la carne redistribuendone i succhi, almeno 30 ‘.

A questo punto scaldate il fondo di cottura e affettate sottilmente l’arrosto.

Servite con la salsina calda ….Buon Appetito!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Translate »

Enjoy this blog? Se vi piace il blog condividetelo!